SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Toscana: indagato capo gabinetto della Regione, accuse di corruzione e abuso d'ufficio

15 aprile 2021 16:07
Fonte: Adnkronos

#cronaca, giudiziaria

Firenze, 15 apr. - (Adnkronos) - Nella maxi inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Firenze, che ha portato alla luce il comportamento illegale di alcune aziende del settore conciario del distretto di Santa Croce sull'Arno (Pisa), con infiltrazioni della 'ndrangheta, sono emersi contatti con il mondo politico ed istituzionale in Toscana. In particolare l'Associazione Conciatori di Santa Croce rappresenterebbe "il fulcro decisionale di tutto l'apparato" oggetto dell'indagine della magistratura e condotta dai carabinieri forestali e dal Noe: avrebbe agito "con le modalità e la consapevolezza di un sodalizio organizzato per la commissione di reati". E i suoi referenti avrebbero avuto "contatti diretti che vanno anche oltre i normali rapporti istituzionali con i vertici politici e amministrativi di più Enti Pubblici territoriali, che a vario titolo avrebbero agevolato in modo sostanziale il sistema, alcuni dei quali figurano fra gli indagati". Tra i 19 indagati, sei risultano denunciati a piede libero e quattro di essi risultano esponenti politici toscani e dirigenti di enti pubblici: si tratta di Ledo Gori, capo di gabinetto del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani ed ancora prima di Enrico Rossi, il dirigente della Direzione Ambiente ed Energia della Regione, Edo Bernini, il consigliere regionale Andrea Pieroni (Pd) ed il sindaco di Santa Croce sull'Arno, Giulia Deidda. Con l'ipotesi di corruzione e abuso di ufficio sono indagati Gori, Bernini e Pieroni. Stessi reati per Deidda, presidente di Poteco, nei confronti della quale è contestata anche l'associazione a delinquere in concorso con un gruppo di imprenditori del settore conciario indagati nella stessa inchiesta.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE