SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Pizza: Cna, in Veneto il numero delle pizzerie è in costante aumento

17 gennaio 2020 15:19
Fonte: Adnkronos

#economia

Venezia, 17 gen. (Adnkronos) - Pizzerie in costante aumento in Veneto, ma anche in Trentino Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia. Secondo uno studio dell'Osservatorio Agroalimentare del Cna (Confederazione Nazionale dell'Artigianato), che analizza il triennio 2015-2018, nelle regioni del nord-est italiano la crescita degli esercizi è costante e continua. Un dato cha fa il paio con quello nazionale: tra il 2015 e il 2019 le imprese con attività di pizzeria sono cresciute da 125 mila e 300 a 127mila.Tra queste – osserva la Cna nazionale - 76.357 sono veri e propri esercizi di ristorazione, circa 40 mila sono ristoranti-pizzerie e quasi 36.300 bar-pizzerie. La pizza preferita dagli italiani è quella tonda, tradizionale e cotta a legna nel forno a pietra. Vincono i gusti tradizionali su quelli gourmet con 8 connazionali su 10 (78,8%) che scelgono la marinara, margherita, napoletana o capricciosa. Il 75% della clientela sceglie di gustare la specialità napoletana comodamente servita al tavolo, ma cresce anche la voglia di pizza surgelata da consumare a casa: quasi 48 milioni di kg acquistati per una spesa di circa 300 milioni di euro, il 2,7% in più rispetto all'anno precedente. La fascia di prezzo non supera in un caso su due i 7 euro, ma c'è una fascia di mercato (4%) oltre la soglia dei dieci euro per impasti speciali e ingredienti ricercati (lardo di colonnata, tartufo, ecc.). Nello specifico la quasi totalità delle pizze tonde “da piatto” costa tra cinque e dieci euro. “E' evidente – dichiara il segretario di Cna Veneto Matteo Ribon - che per valorizzare un prodotto di eccellenza del nostro made in Italy va formata una cultura dell'arte bianca. Su questo Cna da anni in collaborazione anche con i mulini del territorio sviluppa iniziative e momenti di formazione con esperti del settore. Questo per trasmettere anche al consumatore una cultura del prodotto”.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE