SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Bergamo: arrestati due usurai, sfruttavano il Covid

19 aprile 2021 11:31
Fonte: Adnkronos

#cronaca

Milano, 19 apr. (Adnkronos) - I carabinieri di Bergamo hanno arrestato due persone e ne hanno denunciate altre quattro a piede libero per usura. Secondo le indagini, condotte da marzo 2020, un gruppo di persone ha deciso di approfittare dell'emergenza pandemica per "stritolare" commercianti in crisi, con tassi di interesse applicati ai prestiti fino al 50% mensile o al 100% settimanale. Quasi tutta l'attività d'indagine ruota intorno alla figura di un piccolo imprenditore bergamasco, tra l'altro consigliere provinciale di Ascom: per cercare di risolvere le sue difficoltà economiche, non potendo ricorrere al credito tradizionale per problemi legati al passato, si è rivolto a usurai “di professione” della zona e a diversi “amici” che allettati dalla promessa di un facile compenso, gli hanno prestato denaro con tassi altissimi. A causa della pandemia e del primo lockdown totale, l'uomo si è rivolto a sempre più strozzini, accumulando debiti fino a un milione di euro. Tra questi, anche un soggetto della zona, di 33 anni, titolare di reddito di cittadinanza, che gli ha prestato 1.000 euro da restituire la settimana successiva al tasso del 100%. L'uomo, in condizioni insostenibili, ha dovuto consegnare il proprio veicolo a uno di questi, che l'aveva minacciato diverse volte con una pistola, ha dovuto svendere i propri gioielli, ha dovuto consegnare una scrittura privata con la quale si impegnava a cedere la propria attività commerciale e ha dovuto consegnare anche i gioielli della propria compagna. Nel corso dell'attività investigativa sono stati individuati altri imprenditori della bergamasca vittime di analoghi reati commessi dagli stessi soggetti. C'èa anche un episodio in cui uno degli arrestati, convinta una vittima a salire in auto con l'intenzione di portarlo in un garage e picchiarlo per fargli rispettare un pagamento, lo ha indotto a fuggire lanciandosi dal veicolo in corsa mentre viaggiava in autostrada. E' ancora in corso l'identificazione di altri soggetti che potranno essere meglio individuati con il materiale reperito durante le perquisizioni. I carabinieri hanno sequestrato 194mila euro.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE