SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Arte: Mimmo Paladino sarà laureato ad honorem dell'Università di Bologna (3)

03 maggio 2021 17:27
Fonte: Adnkronos

#cultura, arte

(Adnkronos) - Attivo dalla fine degli anni Sessanta, è negli anni Ottanta che Paladino diventa una figura di primo piano nel panorama internazionale dell'arte contemporanea, in associazione a quel movimento artistico che il critico e curatore Achille Bonito Oliva ha definito Transavanguardia, peculiare versione italiana della corrente internazionale nota come Neo-Espressionismo. Manifestazione quintessenziale del pensiero postmodernista – imperniato sul crollo di quelle che Jean-François Lyotard ha definito le “grandi narrazioni” della modernità – la Transavanguardia è stata un movimento prevalentemente pittorico caratterizzato da un ritorno alla figurazione, un rifiuto delle dinamiche concettuali che avevano caratterizzato l'arte del decennio precedente e, in particolar modo, una propensione di memoria espressionista per l'introspezione psicologica e l'esplorazione di nuove forme di identità. La generazione di cui Paladino fa parte si trova a fare i conti con un'epoca radicalmente nuova, contraddistinta dall'avvento del neoliberismo, dall'ormai consolidata influenza dei media di massa, dal crescente processo di globalizzazione e dalla diffusione dei personal computer. Mentre alcuni artisti rispondono a questa nuova fase mediante forme di appropriazione e simulazione – ovvero usando il linguaggio e le modalità espressive dei media contemporanei – Paladino vi reagisce con un ritorno a un'umanità essenziale, a tratti primordiale. Il suo immaginario, infatti, è caratterizzato da figure umane che potremmo definire primarie: astoriche, asessuate, anaffettive, dall'etnia indefinibile, raffigurate in pose rigide, immobili, solitamente frontali. Che si tratti di figure dipinte – appesantite da contorni spessi che ne delimitano la sagoma – o di massicce sculture in pietra o in bronzo, la sensazione è di trovarsi di fronte ad anti-monumenti che anziché celebrare un avvenimento storico, mettono in crisi il concetto stesso di storia. In epoca postmoderna artisti e architetti hanno affrontato il problema della storia – della sua definizione, della sua progressione, della sua legittimità – con approccio citazionista.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE