SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Terremoto: oltre 63 milioni per le aziende danneggiate

di :: 21 dicembre 2019 21:13

Terremoto: oltre 63 milioni per le aziende danneggiate

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ai sensi dell'articolo 1, comma 427, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilita' 2016) ha deliberato l'assegnazione e la ripartizione delle risorse finanziarie stanziate dall'articolo 1, comma 1028, della legge 30 dicembre 2018 n. 145 (legge di bilancio 2019), per permettere l'avvio immediato e la realizzazione degli investimenti strutturali ed infrastrutturali urgenti finalizzati esclusivamente alla mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico, nonche' all'aumento del grado di resilienza delle strutture ed infrastrutture individuate dai Commissari delegati nominati a seguito di deliberazioni del Consiglio dei ministri di dichiarazione di stato d'emergenza ancora in corso alla data di entrata in vigore della stessa legge di bilancio ovvero nei casi in cui alla stessa data lo stato d'emergenza sia terminato da non oltre sei mesi. Oltre 29 milioni di euro sono stati destinati alle Regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Sicilia e Veneto interessate da particolari eventi meteorologici o calamitosi nel 2018.

Oltre 63 milioni di euro sono stati destinati, inoltre, alle imprese agricole danneggiate dagli eventi calamitosi negli anni dal 2013 al 2018 individuati dal competente Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. Le risorse sono destinate alle Regioni Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Toscana, Veneto. Infine, il Consiglio dei ministri ha deliberato: la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza dell'evento sismico che ha colpito il giorno 9 dicembre 2019 il territorio dei comuni di Barberino del Mugello, di Borgo San Lorenzo, di Dicomano, di Firenzuola, di Marradi, di Palazzuolo sul Senio, di Scarperia e di San Piero, di Vaglia e di Vecchio, ricadenti nella citta' metropolitana di Firenze; la proroga per 12 mesi dello stato di emergenza in conseguenza dell'evento sismico che ha colpito il territorio dei comuni di Aci Bonaccorsi, di Aci Catena, di Aci Sant'Antonio, di Acireale, di Milo, di Santa Venerina, di Trecastagni, di Viagrande e di Zafferana Etnea, in provincia di Catania, il giorno 26 dicembre 2018.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
x

ATTENZIONE