SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Nel nuovo dpcm, "la chiusura di cinema, teatri, palestre e piscine"

di :: pubblicato il 25 ottobre 2020 08:19 :: aggiornato il 26 ottobre 2020 14:42

covid 19 i catanesi hanno capito strade vuote

covid 19 i catanesi hanno capito strade vuote

Per contenere il contagio da Covid il nuovo Dpcm conferma l'obbligo di ''avere sempre con sè i dispositivi di protezione delle vie respiratorie'', ovvero le mascherine, ''sull'intero territorio nazionale''. Inoltre il testo definitivo prevede ''l'obbligo di indossarle ''nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto, a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti contagio previsti per le attività economiche,produttive , amministrative e sociali, nonchè delle linee guida per il consumo di cibi e bevande". Sono esclusi dall'obbligo di mascherina i ''soggetti che stanno svolgendo attività sportiva'', i ''bambini di età inferiore ai sei anni''; i ''soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonchè per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità''. In particolare, ''è fortemente raccomandato l'uso'' delle mascherine ''anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi''. L'uso dei dispositivi di protezione ''si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l'igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie''. Il testo prevede l'utilizzo anche delle cosiddette mascherine di comunità.

E' stata confermata nel dpcm la chiusura di cinema, teatri, palestre e piscine nel corso della riunione tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione delle forze di maggioranza conclusasi a tarda notte. La norma aveva visto, nella mattinata di sabato, la forte contrarietà del ministro allo Sport Vincenzo Spadafora, protagonista di uno scontro con il responsabile della Cultura, Dario Franceschini. Il nuovo Dpcm  dovrebbe essere firmato oggi ed entrare in vigore già lunedì. L'esecutivo avrebbe previsto anche ristori sostanziosi per i settori colpiti dalle nuove misure anti-Covid. Le risorse messe a disposizione di chi è costretto a tirare giù le saracinesche ammontano a ben 2 miliardi di euro, che potrebbero essere inseriti in un decreto già la prossima settimana. Il nuovo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio dispone la sospensione di convegni e congressi, eccezion fatta per quelli che si svolgono in modalità da remoto. Tute le manifestazioni pubbliche si dovranno invece svolgere in assenza di pubblico.

Intanto dopo Napoli e altre citta' italiane anche a Palermo arrivano le proteste contro le nuove strette per limitare la pandemia del Coronavirus. A manifestare sono soprattutto i titolari e dipendenti di pub e ristoranti, la cui attivita' risulta limitata dalla nuova ordinanza regionale (chiusura alle 23) e dal dpcm in arrivo. I manifestanti si sono diretti in serata davanto la sede della Regione in piazza Indipendenza, dove si sono ritrovate decine di persone. Non si sono registrati incidenti, le forze dell'ordine hanno controllato la situazione in tenuta antisommossa. A manifestare c'erano pure gruppi di Forza Nuova e No Mask.

Potrebbe interessarti

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE