SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Estate 2020, il 72% sta optando per una casa-vacanza

di :: 08 giugno 2020 08:20

Estate 2020, il 72% sta optando per una casa-vacanza

Boom di prenotazioni dal 14 maggio, è scattata l'ora X delle vacanze in vista di un'estate che sarà all'insegna delle ferie 'domestiche'. Saranno pochi gli italiani che si recheranno all'estero, tra coloro che si concederanno una vacanza solo il 10%, mentre 9 su 10 rimarranno nel Belpaese con una fetta consistente, il 72%, che sta optando per una casa-vacanza. Da metà maggio infatti, le prenotazioni sono in forte ripresa e l'Italia figura come primo Paese-recupero in seguito all'emergenza covid-19.

In vetta alle preferenze località come Alassio, Jesolo, Caorle, il Salento a conferma di un grande ritorno alle vacanze domestiche stile anni '60-'70. A tastare il polso dei connazionali, ma non solo, con una ricerca anticipata all'Adnkronos, è il motore di ricerca internazionale Bluepillow, che ospita e mette a confronto 14 milioni di offerte di alloggi in tutto il mondo aggregando i dati di tutte le varie piattaforme di e-travel presenti sul web. L'incertezza dovuta a possibili e reali restrizioni negli spostamenti sta condizionando le scelte estive ma la voglia di relax, per chi potrà permetterselo, è tanta. La stagione però si allunga, da agosto a fine settembre, ottobre: probabilmente ci si proietta in avanti per la paura del contagio. Si viaggerà prevalentemente in auto o moto verso le località marine ma vanno forti anche le mete montane, mentre le città d'arte rimangono un po' indietro. In cima ai desideri degli italiani in fatto di alloggi ci sono le case, complice forse la necessità di attuare anche durante le ferie il distanziamento sociale; al secondo posto figurano gli hotel e al terzo agriturismi e B&B. Aumenta il trend per la casa vacanza in campagna con possibilità di muoversi nei dintorni visto che il mare non è più accessibile come prima.

Le caratteristiche più ricercate per gli alloggi sono nell'ordine: cancellazione gratuita, piscina, giardino e wifi con un picco di ordini di piscine fuori terra registrato durante il mese di maggio. Un vero e proprio tsunami di prenotazioni riguarda e ville con piscine. Quanto ai comportamenti degli host si assiste a un certo cambiamento: chi ha deciso di uscire dal mercato turistico per privilegiare le proprie vacanze nella propria seconda casa, facendo quindi scendere l'offerta e chi invece, ha rinforzato la propria attività turistica aumentando prezzi e disponibilità, ad esempio, offrendo maggiori servizi quali gite organizzate, biciclette, e altro. Sul fronte prezzi, si registra un abbassamento del 20% a giugno rispetto al 2019, mentre fino a metà luglio risultano stabili, ma c'è il rischio che aumentino perché le strutture si stanno riempiendo.

Le regioni che si stanno attrezzando meglio per la ricettività turistica in tema coronavirus: sono L'Emilia Romagna, il Trentino Alto Adige e il Veneto. Le peggiori sono Sardegna e Sicilia per via dei ritardi nella comunicazione della riapertura che ha creato grandi danni alla filiera. "Ci sono due aspetti molto positivi in questa estate: uno è il risveglio del gradimento e dell'orgoglio verso le mete nazionali e il secondo è la qualità dei servizi, perché la riduzione della densità toglierà la calca in spiaggia, la ressa nei locali, lasciando solo gli aspetti più gradevoli''. E' il commento di Manuel Mandelli, ceo e fondatore di Bluepillow.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE