SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Da domani gli italiani saranno liberi di poter circolare fuori dei confini regionali

di :: 02 giugno 2020 07:49

militari strade sicure

militari strade sicure

Domani 3 giugno il limite degli spostamenti fuori dei confini regionali cadrà e gli italiani saranno nuovamente liberi di poter circolare in lungo e in largo per lo Stivale. Messa da parte la 'boutade' sul passaporto sanitario, che non avrebbe mai avuto il via libera da parte del governo, il presidente della Sardegna, Christian Solinas, torna parzialmente sui suoi passi. L'idea è quella di riconoscere un piccolo voucher da spendere sull'isola per i turisti che si sottopongano a un test sierologico prima di recarsi in Sardegna. In alternativa ci sono questionario e piattaforma digitale sulla quale registrarsi. Intanto ai sardi arrivano le scuse del sindaco di Milano, Beppe Sala. In un post su instagram il primo cittadino meneghino precisa come il suo 'me ne ricorderò' sia stato "sbagliato nella forma" e soprattutto "era rivolto alla politica sarda".

Sull'altra grande isola italiana, invece, Nello Musumeci non adotta la linea Solinas. Per chi volesse trascorrere le sue vacanze in Sicilia non ci saranno limitazioni. Si potrà invece, su base volontaria, scaricare la app 'Sicilia Sicura' tramite la quale mettersi in contatto con il servizio sanitario regionale. Tutta interna, e molto politica, invece la lotta che si sta consumando in Campania. Protagonisti il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e il governatore Vincenzo De Luca. Oggetto del contendere gli orari di chiusura notturna dei locali, che il sindaco del capoluogo vorrebbe estendere rispetto all'ordinanza regionale. Al momento però il Tar ha dato ragione a De Luca accogliendone il ricorso. A Roma infine c'è apprensione per il flusso di persone che, inevitabilmente, si riverserà negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino e alle stazioni Termini e Tiburtina. La Capitale, fino ad ora, è stata pressoché risparmiata dall'epidemia e la Regione Lazio non ha nessuna intenzione di vedere un'impennata della curva. Per questo motivo in questi luoghi verranno intensificati i controlli attraverso il contact tracing, e i casi sospetti verranno, previo triage, indirizzati ai drive-in per i test. Strade diverse ma con un obiettivo unico: tenere insieme il lato sanitario con quello economico per tentare di trascorrere un'estate il meno anormale possibile.

Intanto sono solo 178 i nuovi positivi individuati nelle ultime 24 ore, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia da coronavirus. Nonostante i dati incoraggianti, un invito alla prudenza arriva dall'Oms. "Dobbiamo essere estremamente attenti a non creare la sensazione che all'improvviso il virus sia meno patogeno. Non è affatto così", ha detto dichiarato Mike Ryan, direttore esecutivo del programma per le emergenze dsell'Oms, in conferenza stampa a Ginevra, rispondendo a distanza al primario del San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo per il quale "dal punto di vista clinico virus non esiste più". I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 60, segnando una flessione significativa rispetto ai giorni scorsi. Nessuna vittima in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Veneto, Marche, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria e Sicilia.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE