SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Voucher per l'acquisto di beni di prima necessità

di :: 07 ottobre 2020 11:59

Voucher per l'acquisto di beni di prima necessità

Voucher per l'acquisto di beni di prima necessità, tablet e traffico Internet per la didattica a distanza ma anche il finanziamento di contratti di formazione specialistica nell'area medico-sanitaria in Sicilia. Sono queste alcune delle iniziative per far fronte all'emergenza Covid-19 promosse grazie a risorse della programmazione 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo, la cui attuazione in Sicilia coinvolge due assessorati regionali: Istruzione e formazione professionale e Famiglia, politiche sociali e lavoro. Le iniziative, messe in campo per fronteggiare le conseguenze causate dall'emergenza pandemica, sono state illustrate dall'Autorità di gestione del Fse in Sicilia, Patrizia Valenti, in occasione dell'incontro con i rappresentanti del partenariato economico e sociale del Por Fse Sicilia 2014-2020.

Nell'occasione Paolo Montini, rappresentante della Commissione Europea - DG Occupazione, affari sociali e inclusione, ha annunciato che in primavera si getteranno le basi della nuova programmazione 2021-2027. Sono circa 30 i milioni di euro a valere sul Fse che sono stati destinati ai cittadini siciliani per l'acquisto di "beni di prima necessità": generi alimentari, farmaci e prodotti per l'igiene ma anche per il pagamento di bollette e bombole del gas. Si tratta di buoni di importo variabile che la Regione ha messo a disposizione dei sindaci e che quasi tutti i 390 Comuni siciliani hanno consegnato ai cittadini a "sostegno all'emergenza socio-assistenziale da Covid-19". Un totale di circa un milione e 631 mila euro sono stati assegnati, invece, alle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado e agli enti di formazione siciliani per potenziare la didattica a distanza attraverso l'acquisto di tablet e traffico Internet. Grazie a circa 5 milioni di euro a valere sul Fondo sociale europeo e\o sulla legge di stabilità regionale" 2020/2022 è stato finanziato, con l'avviso 38, l'avvio di 43 contratti (9 a Catania, 12 a Messina e 22 a Palermo) per la formazione specialistica di medici siciliani in specialità connesse all'emergenza sanitaria e alle malattie infettive e le discipline epidemiologiche che favoriranno così un largo assorbimento di medici neolaureati degli atenei siciliani. Le risorse andranno a potenziare anche le competenze di medici e professionisti della sanità che potranno partecipare a un corso di aggiornamento, finanziato con 230 mila euro di fondi Fse, sulle misure da adottare per la prevenzione e la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid 19.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE