SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Scoppia ordigno a Librino, perde la vita
18enne incensurato

di :: 20 febbraio 2020 07:36

Scoppia ordigno a Librino, perde la vita 18enne incensurato

Sarebbe un 18enne incensurato la persona rimasta uccisa stamattina a Librino a causa della deflagrazione di un ordigno che aveva poco prima piazzato davanti a un distributore automatico di sigarette di una rivendita di tabacchi. Il fatto e' avvenuto alle 4 di questa mattina, al civico 5 di viale Castagnola. Il giovane che e' morto sul colpo, con un complice, entrambi col volto travisato, si sarebbe avvicinato al distributore automatico di una rivendita di tabacchi di viale Castagnola per forzarlo e rubare le sigarette e i soldi che conteneva. Per fare questo i due hanno utilizzato un ordigno rudimentale che sarebbe deflagrato mentre erano ancora in 'azione'. Da una prima ricostruzione, sembra che il giovane investito dallo scoppio abbia fatto un passo indietro: nelle immagini registrate si vede che i due si allontanano dal distributore notturno delle sigarette, scendono le scale, uno dei due va sinistra e si ripara dietro una cabina di trasformazione dell'Enel, l'altro pochi istanti dopo ci ripensa e torna indietro. Ma nel frattempo l'ordigno rudimentale che hanno piazzato esplode e investe uccidendo uno dei due. La vittima non aveva con sé non ha né documenti né un cellulare. Ma nella tarda mattinata viene identificato per un diciottenne incensurato, del quale non sono rese note le generalità. I Militari dell'Arma stanno cercando un sospetto, un suo potenziale complice, attraverso le frequentazioni abituali. La rivendita è gestita dai genitori del consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Graziano Bonaccorsi, che ha subito in 25 anni di attivita' piu' di dieci assalti. Uno addirittura con lancia termica, flex e saldatrice. Un altro con un gancio di traino per portare via la macchinetta esterna. Sull'accaduto ha aperto un'inchiesta la Procura distrettuale di Catania.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE