SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Risolvere la balbuzie: incontri informativi in Sicilia

di :: 26 ottobre 2019 15:05

anselmo zoccali

Anselmo Zoccali

Si terranno a Catania(Hotel Il Principe) e a Palermo(Hotel Federico II), due conferenze informative riguardanti la balbuzie. Gli incontri, a ingresso gratuito, che avranno luogo lunedì 28 ottobre e martedì 29 ottobre alle ore 18.30, guideranno i partecipanti alla comprensione di questo disturboche interessa solo nel nostro Paese circa 1 milione di persone.  

Cosa è labalbuzie? Quali sono i meccanismi internie psicologici messi in atto da chi balbetta? La balbuzie si può risolvere? Domande a cui darà una risposta Anselmo Zoccali, dott. in Psicologia ex balbuziente e oggi insegnante di Psicodizione. Durante gli incontri si parlerà di quali siano le cause che danno origine al blocco, cosa avviene nella mente di una persona che balbetta e come sia possibile eliminare la sensazione del pensiero inceppato.

L’ausilio di video e testimonianze consentirà, inoltre, di far comprendere ai presenti quali sia la metodologia utilizzata per risolvere il disturbo.

«La balbuzie» spiega, infatti, la dott.ssa Comastri, psicologa ex balbuziente e fondatrice del metodo «è un problema relazionale, nel quale la persona che ne soffre sa esattamentequello che vuole pronunciare, ma sa altrettanto chiaramente che ci sarà un suono o una parola che non riuscirà a dire». Si tratta proprio di una percezione interna, che ha a che fare con il pensiero e non con il linguaggio, tanto che la ripetizione, la forzatura o le pause che si percepiscono durante l’eloquio non sono la balbuzie, ma una sua conseguenza. «La disfluenza» conclude «non è altro che la migliore soluzione che la persona ha trovato in quel momento per risolvere il problema e superare la preoccupazione percepita nel pensiero riguardo al pronunciare un suono».

Partendo dalla sua esperienza personaleed effettuando anni di ricerca che l’hanno portata a risolvere la sua balbuzie, Chiara Comastri ha elaborato il metodo Psicodizione, che dal 2004 ha aiutato circa 5.000 persone in tutta Italia. Un percorso con basi che poggiano su un approccio psicologico cognitivo-comportamentale,che lavora sul saper controllare i suoniguidandoli e liberando il pensierodalla percezione degli inceppi e dall’idea pressante di non riuscire ad esprimere liberamente ciò che si ha così chiaro in mente, fino ad utilizzare l’ansia a proprio vantaggio, sfruttandone la forza per far diventare l’emotività un supporto alla comunicazionee raggiungere la libertà di espressionein qualsiasi stato emotivo ci si trovi.

Durante la conferenza, verranno forniti anche utili informazioni sull’approccio terapeutico e sugli strumentiche possono essere acquisiti per comunicare con efficacia e risolvere la balbuzie.

Promuovere una maggiore comprensione della balbuzie e delle sue conseguenze è fondamentale per scardinare stereotipi e ridurre pregiudizi su questo disturbo. Così, in seguito alla Giornata Internazionale di Consapevolezza sulla Balbuzie, Psicodizione ha organizzato, domenica 27 ottobre, molte iniziative a Palermo (Piazza G. Verdi), in altre 12 Piazze italiane e in diretta sui social, con il patrocinio dell’International Stutter Association (ISA) e dellaCroce Rossa Italiana (Comitato di Palermo).Tante le attività per consentire ai presenti di imparare le regole della buona comunicazione, sperimentare cosa prova un balbuziente nel momento dell’inceppo e la scomodità che sente nel pensiero confuso mentre tenta di parlare e comprendere la balbuzie anche attraverso giochi, letture e testimonianze di coloro che hanno vissuto questo disturbo.

 
 
 
 
x

ATTENZIONE