SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Processo “buco di bilancio", udienza rinviata al 20 ottobre

di :: 10 settembre 2020 15:24

comune di catania

comune di catania

E' stata rinviata al 20 ottobre l'udienza preliminare per decidere sul rinvio a giudizio dei 30 indagati per falso ideologico nell'ambito dell'inchiesta sul dissesto economico del Comune di Catania. Tra gli indagati ci sono l'ex sindaco Enzo Bianco, ex assessori della sua giunta, il Collegio dei revisori dei conti in carica tra il 2013 e il 2018 e alcuni dirigenti dell'Ente. Il rinvio e' legato alle norme anti Covid-19 da rispettare nelle Aule giudiziarie.

"Avremo modo di dimostrare la piena correttezza dei nostri comportamenti - ha detto l'ex sindaco Bianco - ho sempre avuto e ho piena fiducia nella Magistratura. D'altronde in piu' occasioni anche la Magistratura contabile ci ha dato atto della efficacia delle azioni che abbiamo avviato, per esempio sui fitti passivi, sulle spese del personale, sui costi degli organi politici. Le accuse a cui ci accingiamo a rispondere puntualmente nel merito non riguardano ovviamente interessi personali, ma gli atti che hanno consentito al Comune di non precipitare nel default finanziario. Avremmo potuto dichiarare il dissesto quando ci siamo insediati, scaricando ogni responsabilita'. Ma abbiamo voluto tutelare gli interessi della citta', evitando che il dissesto fosse pagato dai creditori del Comune e da tutti i cittadini. I numeri dicono chiaramente che il bilancio e' migliorato nei 5 anni della mia sindacatura e non c'e' stato alcun danno economico per il Comune.

"Se gli amministratori di un qualsiasi comune - ha concluso Bianco - con difficolta' economiche non provassero ad evitare il dissesto ed invece lo dichiarassero appena si presenta un problema economico-finanziario sarebbe un disastro per gli enti locali italiani. Affronteremo i successivi passaggi con serenita' e con la piena consapevolezza di aver operato correttamente. Come sempre e' stato riconosciuto nella mia lunga ed appassionata attivita' a favore della mia Citta' e delle Istituzioni".

Intanto il segretario generale della CGIL di Catania, Giacomo Rota, ha conferito mandato all'avvocato Giovanni Inzolia al fine di costituirsi parte nel processo del cosiddetto “buco di bilancio” del Comune di Catania. Il sindacato ritiene che le condotte contestate agli imputati abbiano cagionato danni ai lavoratori iscritti e, pertanto, ha preannunciato la dichiarazione di costituzione all'udienza tenuta oggi che è stata rinviata a quella del 20 ottobre su richiesta dei difensori degli imputati. Lo comunica la segreteria provinciale della Camera del lavoro di Catania.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE