SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Posteggiatori abusivi, misure di prevenzione per i recidivi

di :: 02 febbraio 2020 19:12

Posteggiatori abusivi, misure di prevenzione per i recidivi

Giro di vite del Questore di Catania dott. Mario Della Cioppa nei confronti dei posteggiatori abusivi che continuano a esercitare la loro attività illegale per le vie del centro cittadino. Nei giorni scorsi, infatti, l’Autorità di Pubblica Sicurezza etnea ha emesso 16 provvedimenti di Avviso Orale che andranno a colpire altrettanti soggetti i quali, oltre a essere stati denunciati ai sensi dell’art. 7 comma 15 bis del codice della Strada, annoverano precedenti di polizia per gravi reati contro il patrimonio, contro l’ordine pubblico, contro la Pubblica Amministrazione e per stupefacenti.

Grazie anche all’intensa attività degli agenti della Divisione di Polizia Anticrimine della Questura, che ha censito ben 241 persone dedite a quest’illecita attività, nel corso di controlli del territorio appositamente dedicati al contrasto di questo fenomeno, sono state recentemente indagate 89 persone, responsabili della reiterazione della condotta illegale, che in prima battuta viene sanzionato amministrativamente, come espressamente previsto del citato comma del Codice della Strada. Il salto dalla sanzione amministrativa alla denuncia penale caratterizza l’azione di contrasto al fenomeno dei posteggiatori abusivi come maggiormente incisiva e determinante rispetto alla condotta di quanti abbiano tratto illeciti guadagni da quest’attività, creando un procedimento penale a loro carico che dischiude l’accesso al ricorso di misure di prevenzione nei loro confronti, quali l’Avviso Orale, il cui aggravamento può comportare l’irrogazione della Sorveglianza Speciale di P.S.

Nell’ottica dell’azione di contrasto, quindi, si inaspriscono le misure adottate nei confronti di quanti, allettati dai facili quanto illegali guadagni, intendano ignorare il richiamo alla legalità rappresentato dalle sanzioni amministrative irrogate al momento del riscontro della prima infrazione, magari nascondendosi dietro un’asserita “nullatenenza”, grazie alla quale ritengano di rimanere impuniti. Ai posteggiatori abusivi destinatari di Avviso Orale, che vantino a loro carico sentenze di condanna definitive, sono stati imposti, altresì, tutta una serie di divieti, previsti dalla legge, la cui violazione comporterebbe la reclusione da uno a tre anni e la multa (quale sanzione penale) da 1549 euro. In totale, ad oggi sono stati 34 i provvedimenti di Avviso orale emessi dal Questore Della Cioppa nei confronti di altrettanti posteggiatori abusivi recidivi, e il numero è destinato a salire.

Già da ieri, infatti, nonostante i già gravosi impegni del personale della Polizia di Stato in occasione delle festività agatine – circostanza in cui i posteggiatori abusivi si moltiplicano, invadendo e appropriandosi di ogni area libera, arrivando perfino a “colonizzare” marciapiedi e passi carrai – è stato dato corso a un’ulteriore azione di controllo a tappeto che ha avuto come obiettivo proprio i parcheggiatori abusivi. Anche in questo caso, in due sono stati sorpresi nell’esercizio dell’illecita attività, essendo state comminate a entrambi sanzioni amministrative; per uno di essi, però, è stata riscontrata la recidiva che ha dato luogo, come già detto, alla denuncia penale.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE