SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Operazione antidroga a Picanello, dodici arresti

di :: 22 ottobre 2019 06:38

operazione eredita

Operazione Eredita

Ancora un’operazione antidroga a Catania. Questa volta sono stati i carabinieri del Comando Provinciale, a trarre in arresto dodici persone, indagate dalla Procura di Catania guidata da Carmelo Zuccaro, con l’accusa a vario titolo, dei reati di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine ha consentito di disarticolare due redditizie piazze di spaccio operanti in autonomia ma a poca distanza una dall’altra nello storico quartiere di Picanello, noto per la presenza radicata di gruppi criminali legati a “cosa nostra”, nonché una delle mete privilegiate, nell’ambito dell’intera provincia, di tutti coloro che intendevano acquistare sostanze stupefacenti. I due gruppi criminali che operavano nella zona "Capo Scuola", fra Via Timoleone e Via Maria Gianni, riuscivano ad assicurarsi ciascuna un introito medio giornaliero di circa 5.000 euro.

I due gruppi, secondo l'accusa, uno faceva riferimento a Salvatore Puglisi, detto "Zecchinetta", l'altro a Patrizio Gregorio Pulvirenti. I miltari, nel corso delle indagini sono riusciti a sequestrare oltre 2 kg di marijuana, traendo in arresto dieci pusher in flagranza di reato di detenzione e spaccio di stupefacenti. Ma non è tutto, i militari, hanno segnalato come assuntori oltre 150 acquirenti. Tra questi molti giovani. L’operazione antidroga scattata stamattina, è il risultato di un indagine dei carabinieri della compagnia di Piazza Dante, chiusa in soli sette mesi. Il sistema di spaccio dei pusher è sempre lo stesso. Con le vedette, sempre presenti negli angoli delle varie strade di accesso, con il compito di portare gli acquirenti verso il pusher. Tra questi ci sarebbero anche due minori. Tra gli spacciatori, anche il lanciatore, in questo caso l’incarico era stato affidato ad uno degli indagati che si trovava agli arresti domiciliari.

Tra i destinatari del provvedimento ci sono, Salvatore e Filippo Puglisi di 51 e 25 anni; Patrizio Gregorio Pulvirenti di 33; Sebastiano Giovanni Massimino di 33; Sebastiano Guerrera di 30; Benedetto Maicol Accardi di 27; Giuseppe e Antony Nastasi di 46 e 20 anni; Andrea Nicholas Urzi'di 20; Santo Spinella di 30; Cesare D'Anna di 46 e Marco Guarnaccia di 35.

"Eredita'", è questo il nome che i carabinieri hanno dato all’operazione scattata questa mattina. Il nome prende spunto su come le due organizzazioni criminali operavano nel quartiere. Molto legati tra loro anche da vincoli familiari. Dove i più anziani, davano il buon esempio alle nuove generazioni su come gestire la piazza di spaccio. Il 26 ottobre scorso, gli agenti della Polizia di Stato di Catania hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confonti di un altro gruppo criminale presente del quartire di Librino, dove sono state tratte in arresto 20 persone che secondo l'accusa, facevano riferimento al clan dei Santapaola Ercolano.         

Potrebbe interessarti

Photo gallery

Salvatore PUGLISI
Andrea Nicholas URZI'
Giovanni Sebastiano MASSIMINO
Benedetto Maicol ACCARDI
Cesare D'ANNA
Sebastiano GUERRERA
Marco GUARNACCIA
Filippo PUGLISI
Santo SPINELLA
Giuseppe NASTASI
Anthony NASTASI
Patrizio Gregorio PULVIRENTI
 
 
 
 
x

ATTENZIONE