SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Nella provincia di Catania, speso nel 2018 un miliardo di euro al Gratta e Vinci

di :: 15 novembre 2019 16:08

Nella provincia di Catania, speso nel 2018 un miliardo di euro al [...]

Il giro d’affari del Gratta e Vinci nella provincia di Catania, nel 2018, ha toccato quota un miliardo di euro. È quanto risulta dal rapporto diffuso dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che conferma la tendenza all’aumento del gioco d’azzardo in generale, e al Sud in particolare, di questi ultimi anni.

Ancora è presto per valutare gli effetti del Decreto Dignità, che ha stabilito il divieto della pubblicità del gioco d'azzardo in ogni forma e su ogni mezzo, inclusi i siti online. La norma, varata dal precedente governo con lo scopo dichiarato di limitare il gioco d’azzardo in Italia, e prevenire quindi il rischio della ludopatia soprattutto presso i giocatori più giovani, ancora non ha prodotto i risultati sperati.

La provincia di Catania, e anche la Sicilia in effetti, confermano la propria debolezza di fronte alle attraenti promesse del gioco d’azzardo, che continua la sua crescita inarrestabile tra i giocatori di buona parte d’Italia, sia offline che online.

Gioco d’azzardo online in crescita: un fenomeno sempre più allarmante

Il fatturato del settore dei casinò online, guidato da colossi del calibro di casino.netbet.it, è in continua crescita, e ha raggiunto nel nostro paese cifre da capogiro. L'Italia è infatti al primo posto nella speciale classifica del rapporto tra giocatori e popolazione.

Un triste primato, soprattutto se si pensa che la maggior parte delle giocate proviene come detto dal Sud Italia, e da alcune tra le regioni e province più povere del paese.

La Calabria e la Sicilia, infatti, guidano la lista delle regioni a più basso reddito pro-capite, e la riprova di ciò sta nelle cifre delle domande di ottenimento dell’appena istituito reddito di cittadinanza: ancora una volta, la Sicilia è in testa a una delle statistiche meno fortunate, e cioè quella delle regioni che hanno presentato il maggior numero di richieste.

Le ragioni dell’ampia diffusione di giocatori d’azzardo in Italia e al Sud.

Le ragioni che stanno alla base di un così gran numero di giocatori, nel Sud Italia, hanno radici profonde.

Da un lato, il Meridione d’Italia ha sempre avuto una grande passione per il gioco d’azzardo, in tutte le sue forme, e dall’altro lato lo Stato non è rimasto a guardare, ma ha anzi approfittato di questa grande passione di tutti gli italiani per il gioco d’azzardo e le vincite, proponendo ogni anno nuovi giochi, in grado di attrarre sempre più giocatori.

Se infatti fino agli anni ‘90 gli italiani si dovevano accontentare del Lotto, del Totocalcio e delle lotterie nazionali, negli anni successivi lo Stato ha servito loro giochi d’azzardo sempre più facili e accessibili, e vincite sempre più cospicue.

 

È così che i Gratta e Vinci hanno fatto breccia nelle abitudini di milioni di italiani, diventando un vero fenomeno di massa, e causando a volte veri e propri dissesti dei bilanci familiari di tanti italiani.

Il confine tra il gioco d’azzardo responsabile e quello compulsivo e patologico è sempre piuttosto labile, complice anche la facilità con cui oggi è possibile giocare alla roulette, alle slot machine e affini dal proprio smartphone.

Una tendenza anche questa sempre più diffusa tra gli italiani, e specie tra quelli che vivono nelle regioni meno ricche del nostro paese, oltre che un pericolo per le fasce d’età più giovani e più esposte al rischio di incorrere nella dipendenza del gioco d’azzardo in tutte le sue forme, online e offline.

  • Nella provincia di Catania, speso nel 2018 un miliardo di euro al Gratta e Vinci
  • Gioco d’azzardo online in crescita: un fenomeno sempre più allarmante
  • Le ragioni dell’ampia diffusione di giocatori d’azzardo in Italia e al Sud.
 
 
 
 
x

ATTENZIONE