SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Il coronavirus mette in ginocchio lavoratori e imprese

di :: 10 marzo 2020 17:40

"Nella provincia di Catania l'emergenza coronavirus sta mettendo in ginocchio lavoratori e imprese già provate dalla crisi del 2008 e dai tagli causati dal dissesto in molti Comuni". Lo affermano Cgil, Cisl e Uil sottolineando "la necessità che il ministero del Lavoro, l'assessorato regionale al Lavoro e l'Inps affrontino questo momento particolare consentendo, ognuno per la propria parte, e in maniera sincronizzata, la fruizione di tutti gli ammortizzatori sociali necessari".

I tre segretari dei sindacati, Giacomo Rota, Maurizio Attanasio ed Enza Meli, si sono incontrati in teleconferenza per confrontare i primi dati sulle imprese e microimprese provinciali, comprese quelle con 1 o al massimo 4 dipendenti, che compongono il tessuto produttivo e che sono molto diffuse specie nei comuni dell'interland e con un documento unitario hanno chiesto alle istituzioni locali "che venga immediatamente reso fruibile ogni tipo di aiuto previsto dalla legge e dai recenti provvedimenti presi dal Governo, ma con effetto immediato. Impossibile pensare che si possa guadagnare tempo. Ogni giorno che passa è un rischio per l'economia della nostra provincia".

Cataniaoggi, ha sentito il grido d'allarme di Valerio Vullo, imprenditore nel campo della ristorazione. Gestore della rinomata pasticceria Cafè Sauvage di Piazza verga e dello Stark's Cafè. Vullo, decide di chiudere per tutelare la salute dei suoi dipendenti e dei suoi clienti, in attesa di nuove disposioni. Negli ultimi giorni si è registrato un calo di oltre il 70%. 

Photo gallery

Valerio Vullo
 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE