SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Il col. Rino Coppola è il nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Catania

di :: 08 settembre 2020 12:41

col rino coppola

col. Rino Coppola

Il colonnello Rino Coppola, 47 anni, originario di Cassino (Fr) è il nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Catania. Subentra a Raffaele Covetti trasferito al comando della Legione carabinieri Basilicata a Potenza. Ha già lavorato in Sicilia dirigendo, da capitano, dal 2000 per 5 anni, la compagnia di di Cefalù. Ha poi lavorato, fino al 2009, all'ufficio ordinamento dello Stato maggiore del comando generale dell'Arma per passare poi a comandare, fino al 2012, la compagnia Roma-Eur. Ritornato a ricoprire incarichi al comando generale dell'Arma ha successivamente retto per due anni l'incarico di comandante del Gruppo di Castello Cisterna, competente sull'aera nord della provincia di Napoli.

Col grado di colonnello dal 2017, e fino al trasferimento a Catania, ha prestato servizio al Raggruppamento operativo speciale (Ros) in qualità di comandante del III Reparto si è occupato di analisi criminali sulle principali associazioni mafiose italiane ed etniche collaborando, nelle materie di competenza, con la Procura nazionale antimafia e antiterrorismo.

"Catania sara' certamente - ha detto il colonnello Coppola - una esperienza bella ed entusiasmante, una sfida molto interessante. E' una città per la quale vale la pena spendere le proprie energie. Continueremo a lavorare al fianco del Prefetto, delle Procure e delle altre forze di polizia in modo sinergico. L'Arma - ha sottolineato il comandante provinciale di Catania - è pronta a fornire il proprio fattivo contributo, come è stato fatto fin'ora, per perseguire il fine ultimo dei carabinieri: essere a disposizione dei cittadini".

''Il Covid-19 oltre che sui cittadini ha inciso pure sulla criminalità organizzata. Quelle organizzazioni criminali meno strutturate hanno accusato il colpo nel periodo del lockdown. Per quelle più 'strutturate' ha rappresentato una opportunità 'grazie' al ricorso all'usura con il lockdown che ha messo in difficoltà molte aziende sul reperimento della fruizione del credito''. Lo ha detto il comandante dei Carabinieri di Catania, il colonnello Rino Coppola. ''Altro aspetto che potrebbe essere sfruttato dalle organizzazioni criminali mafiose attraverso il Coronavirus - ha aggiunto- e' quello degli appalti pubblici che costituiranno il volano per la loro ripresa''.

''Le organizzazioni mafiose - ha concluso il Colonnello Coppola- potranno inserirsi in questi business sfruttando l'innata capacità del metodo collusivo e corruttivo di permeare gli ambiti della pubblica amministrazione e degli enti locali''.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE