SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Duplice omicidio a Librino, scarcerati tre indagati

di :: pubblicato il 17 agosto 2020 11:41 :: aggiornato il 18 agosto 2020 12:33

Duplice omicidio a Librino, scarcerati tre indagati

Il Gip del tribunale di Catania ha convalidato l'arresto ed emesso un'ordinanza di custodia cautelare per omicidio, tentato omicidio e detenzione illegale di armi clandestine per Carmelo Di Stefano ritenuto il capo dei 'Cursoti milanesi' a cui il clan Cappello stava sferrando un durissimo colpo dopo un diverbio a colpi di casco che il giorno prima della sparatoria, in via Armando Diaz, aveva caratterizzato le schermaglie tra due gruppi criminali contrapposti.

Di Stefano e' rimasto in carcere insieme con Martino Carmelo Sanfilippo, ritenuto dagli investigatori del Comando provinciale dei carabinieri, uno dei sicari che ha sparato l'otto agosto durante la sparatoria di viale Grimaldi a Librino in cui morirono due uomini e ne rimasero feriti altri quattro. Sono stati invece scarcerati Antonino Salfilippo - che interrogato ha dimostrato come al momento dell'agguato non fosse nel quartiere di Librino - Roberto Campisi e Santo Tricomi.

Per questi due pur essendoci elementi indiziari, il Gip non ha ravvisato motivazione valide per mantenere la custodia cautelare. Dalle dichiarazioni rese da altri indagati si e' appreso che in via Armano Diaz, il giorno precedente la sparatoria c'era stato un litigio.

Potrebbe interessarti

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE