SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Covid-19, scattano i controlli a tappeto
in provincia di Catania, i casi arrivano a 117

di :: 08 agosto 2020 07:20

polizia militari

polizia militari

Stop agli assembramenti e controlli delle forze dell'ordine rafforzati per fare rispettare le norme anti Covid-19 in citta', in provincia e nei luoghi della movida. Sono le direttive stabilite dalla prefettura di Catania che "alla luce delle recenti evidenze epidemiologiche e a seguito di specifica analisi condotta in sede del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, ha richiamato l'attenzione dei sindaci e delle amministrazioni locali perche' promuovano iniziative per raccomandare ai cittadini di continuare ad osservare le disposizioni governative di prevenzione" per il contenimento del contagio da Coronavirus. Quest'anno a Catania in occasione della festività agatina del 17 agosto saranno preferite "forme pubbliche ed esterne di manifestazione della religiosità tali da non favorire possibilità di assembramento". "Al riguardo - rende noto la Prefettura di Catania - e' stata diramata indicazione di rafforzare l'attivita' di vigilanza e controllo al fine di prevenire ed impedire episodi di assembramento e di assicurare il necessario distanziamento sociale, anche mediante l'attuazione di metodi di dissuasione in particolare lungo il litorale costiero, le zone della movida e i luoghi di aggregazione e ritrovo". I controlli saranno estesi anche alle attivita' produttive, economiche e commerciali "per l'effettiva osservanza delle misure poste a tutela della sicurezza degli operatori, dei lavoratori e degli utenti".

Contrtolli a tappetto soprattutto la promiscuita' dei giovani impegnati a trascorrere le notti in discoteca, dopo che un diciassettenne che aveva trascorso la sera a ballare in un locale alla Plaia di Catania si e' presentato con la tosse in ospedale dove gli e' risultato positivo al Coronavirus. Insieme a lui, anche il padre che lo ha accompagnato nel nosocomio. E' scattata subito l'emergenza da parte dell'Asp, una ventina di persone sono state poste in quarantena, e si sta cercando di ricostruire la cerchia di coloro che sono stati a "Cio' che mi preoccupa particolarmente e' la movida - dice il commissario anticovid, l'infettivologo Pino Liberti - la promiscuita' che si crea in una discoteca con mille persone. Capisco la voglia dei ragazzi di stare all'aperto, ma situazioni del genere possono essere pericolose". Anche oggi il numero dei positivi, in provincia di Catania, e' cresciuto arrivando a 117, sei in piu' di ieri. Cinque dei quali provengono da un cluster gia' noto, mentre il sesto e' un giovane in rientro da un viaggio da Malta. Stabili i contagi nei tre cluster della provincia tra Misterbianco, Motta sant'Anastasia e Pedara. La maggior parte di loro sono asintomatici e stanno trascorrendo l'isolamento domiciliare.

In Sicilia i positivi al Covid sono 27, quattordici sono migranti e 13 siciliani. A Ragusa il picco con 16 positivi di cui 13 migranti. A Catania sei positivi. A Messina i positivi sono tre mentre uno Palermo. Infine l'ultimo a Caltanissetta ed è un migranti. Sono stati eseguiti 3400 tamponi e non ci sono nuovi ricoveri né aumenti in terapia intensiva. Si tratta dei dati comunicati dal sistema regionale alla Protezione Civile e resi noti attraverso la scheda report quotidiana del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità.

Potrebbe interessarti

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE