SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Condannato ex deputato regionale
I legali, Nicotra per decenni è stato vittima del clan

di :: 08 maggio 2020 16:25

tribunale

tribunale

L'ex deputato regionale Raffaele Pippo Nicotra e' stato condannato col rito abbreviato a sette anni e 4 mesi di carcere dal gup di Catania Anna Maria Cristaldi. Era accusato di tentata estorsione e associazione per delinquere di stampo mafioso. Nicotra e' stato arrestato nell'ottobre del 2018 nell'ambito dell'operazione "Aquila" ordinata dalla procura distrettuale contro il gruppo di Aci Catena del clan Santapaola. Per Nicotra il pm della Dda Marco Bisogni aveva chiesto 9 anni e 4 mesi. 

L'ex deputato dell''Ars Raffaele 'Pippo' Nicotra, condannato a sette anni e quattro mesi di reclusione per concorso esterno all'associazione mafiosa e tentativo di estorsione, "è innocente" ed "è stato per decenni vittima del clan". Lo affermano i suoi legali, il professore Giovanni Grasso e l'avvocato Orazio Consolo, preannunciando ricorso avverso alla sentenza del Gup che ha assolto il politico dall'accusa di reato elettorale. I due legali "ribadiscono la propria convinzione nell'innocenza del proprio assistito" e si dicono "certi che i successivi gradi di giudizio consentiranno di dimostrare l'estraneità del onorevole Nicotra ai gravi fatti che gli vengono contestati".

"La difesa ritiene che nel corso del primo grado di giudizio - si legge in una nota - è stato ampiamente dimostrato che gli unici rapporti che l'onorevole Nicotra ha avuto con l'organizzazione mafiosa erano esclusivamente di natura estorsiva e legate alle continue vessazioni e richieste di denaro di cui l'attività imprenditoriale del Gruppo Nicotra è stata vittima per decenni, anche nella sua attività politica, nessuno scambio di favori è mai avvenuto tra l'onorevole Nicotra e l'associazione criminale. Anche con riguardo all'accusa di tentata estorsione - sottolineano il prof. Grasso e l'avvocato Consolo - riteniamo di aver dimostrato l'estraneità del nostro assistito ai fatti a lui addebitati, evidenziando i gravi comportamenti della sedicente persona offesa di cui ancora oggi Nicotra e i suoi soci delle società Erika subiscono le conseguenze".

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE