SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

A Spasso per procurarsi gli “spinelli”, denunciati
Falcone: "bloccare i treni diretti al Sud"

di :: 14 marzo 2020 10:13

controlli dei carabinieri

Controlli dei Carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno denunciato un catanese di 19 anni, due belpassesi di 25 e 28 anni, nonché un misterbianchese di 26 anni, poiché ritenuti responsabili dell’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Il quartetto è stato fermato per controllo dall’equipaggio della gazzella nel cuore del quartiere Galermo, precisamente in via Capo Passero, strada nota per essere una delle piazze di spaccio più significative del panorama criminale catanese. I giovanotti hanno candidamente dichiarato ai militari di essere usciti dalle proprie abitazioni per acquistare l’erba da fumare. 

Sempre a Catania, su disposizione del sindaco Salvo Pogliese e dell'assessore Alessandro PortoSette, sono state aumentate le pattuglie della Polizia Municipale, il tutto per garantire il controllo serrato del territorio e la corretta applicazione delle norme nazionali per il contenimento del virus. Dall'inizio dell'emegenza sono complessivamente un centinaio i locali sottoposti alle verifiche dei vigili urbani del reparto della polizia commerciale. Sette pub, una sala bingo e quattro esercizi commerciali sono stati chiusi per violazione delle disposizioni del governo, tra cui la mancata osservanza delle distanze interpersonali.

Intanto l'assessore regionale alle Infrastrutture della Regione Siciliana Marco Falcone chiede di bloccare i treni verso la Siiclia: "Gli enormi sacrifici che gli italiani hanno accettato di compiere per fermare il coronavirus, rischiano di essere vanificati dalle zone d'ombra del Decreto #iorestoacasa come il mancato blocco dei treni. Nelle ultime ore, infatti, sembra che sia ripreso il flusso di viaggiatori che lasciano le Regioni del Nord per raggiungere via rotaia il Mezzogiorno, un'emorragia che richiede divieti ancora più stringenti da Roma".

"Lanciamo per questo un appello al Governo nazionale: si blocchino in giornata i treni per il Sud per chiudere così potenziali linee di contagio e garantire la tutela della salute della popolazione, dal personale viaggiante fino ai cittadini delle Regioni dove ancora il virus sembrerebbe darci il tempo di issare un argine. Da ieri in Sicilia - ricorda Falcone - il Governo Musumeci ha dimezzato le corse degli autobus pubblici e privati e delle navi traghetto, sospendendo le linee non essenziali. Non escludiamo, per quanto di nostra competenza, un'ulteriore stretta".

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE