SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

A Catania la tariffa sui rifiuti più cara

di :: 25 novembre 2020 10:12

rifiuti

Rifiuti

La città con la tariffa rifiuti più costosa nel 2020 è Catania, dove si pagano 504 euro a famiglia all'anno (come nel 2019); mentre quella più economica è Potenza, con 121 euro a famiglia. Questo quanto emerge dal nuovo rapporto di Cittadinanzattiva sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti, messo a punto grazie alla rilevazione annuale dell'Osservatorio prezzi e tariffe. Rispetto ai 112 capoluoghi di provincia presi in esame, ci sono state alcune variazioni della tariffa rispetto all'anno precedente, con un aumento in 30 capoluoghi, una diminuzione in 11. A Crotone viene segnalato l'incremento più elevato con più 14,1%; a Venezia invece la diminuzione più consistente con un meno 16,2%. A livello di aree geografiche, in media c'è una differenza di 91 euro di costi tra Nord e Sud del Paese: al Nord, dove costano meno, la media è di 258 euro (uguale rispetto al 2019), al Centro è di 304 euro (era di 299 nel 2019), al Sud che è l'area più costosa è di 349 euro (erano 351 nel 2019).

I 10 CAPOLUOGHI PIÙ COSTOSI: Catania 504 euro; Cagliari 481 euro; Benevento 464 euro; Salerno 462 euro; Napoli 455 euro; Reggio Calabria 443 euro; Siracusa 442 euro; Agrigento 425 euro; Trapani 424 euro; Messina 422 euro.

I 10 CAPOLUOGHI PIÙ ECONOMICI: Potenza 121 euro; Belluno 168 euro; Udine 169 euro; Vibo Valentia 184 euro; Pordenone 185 euro; Isernia 185 euro; Bolzano 190 euro; Brescia 191 euro; Trento 196 euro; Fermo 196 euro.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE