SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Kurt Weill: Musiche e cibi tra le guerre

di :: 09 novembre 2019 11:32

Kurt Weill: Musiche e cibi tra le guerre

E' dedicato al compositore tedesco Kurt Weill(1900-1950) il prossimo appuntamento della Camerata Polifonica Sicilianadi Catania che domenica 10 novembre alle ore 19.30 propone al Museo Diocesano della città etnea un viaggio multisensoriale tra le due guerre con il concerto “Kurt Weill. Musiche e cibi tra le guerre” dell'Ensemble Smile (Giovanni Anastasio al violino, Domenico Morselli al contrabbasso, Francesco Falci al pianoforte, Sergio Calabrò alla batteria con la voce di Anna Salsetta) e una degustazione di piatti tipici del periodo.

Il compositore tedesco, che con la sua musica ha mostrato la complessità e le trasformazioni del suo tempo, deve il suo successo alla commedia satirica “L'opera da tre soldi” di Bertold Brecht per cui ha composto le musiche. Il concerto catanese riprenderà, tra gli altri brani in repertorio, la famosa  Ballata di Mackie Messer: è in questo momento che Weill intuisce che la via per l’innovazione consiste in una sintesi tra forme classiche e musica d’intrattenimento, sceglie dunque cantanti con esperienza di cabaret o di teatro di prosa, privi di una vera e propria preparazione musicale, che usano la voce in modo spontaneo; compone melodie facili da canticchiare e ritmi orecchiabili; interrompe volutamente le canzoni a metà per lasciare spazio all’azione; impiega piccoli complessi orchestrali e strumenti inusuali per la musica “colta”, come gli organetti.
Questo nuovo approccio è considerato rivoluzionario e segnerà la storia del teatro in musica del Novecento, e le sue composizioni, attuali
ancora oggi, sono state arrangiate in versioni jazz, pop e rock. Un artista poliedrico che ha aperto un varco attraverso cui la musica colta, seria, impegnata si è mescolata a quella più popolare, compromessa di quotidianità, terrena. Un artista che ha scritto sinfonie per orchestra, opere per il teatro, operette, musical, musiche per la radio, per film, musiche per il balletto, musiche per coro, musiche da camera, per violino e per pianoforte.

Durante il concerto di domenica 10 novembre al Museo Diocesano l'Ensemble Smile proporrà quattro brani di Weill (Wie lange noch?composta per il cinema nel 1944 su testo di Walter Mehring, September Song,canzone del repertorio popolare americano composta nel 1938 su testo di Maxwell Anderson, Youkalicomposta nel 1934 su testo di Roger Fernay  e, come accennato sopra, Die Moritat von Mackie Messer, da “L'Opera da tre soldi” del 1928). Ai brani di Weill saranno affiancate alcune della canzoni più famose di quel periodo come La vie en rose, la canzone francese conosciuta in tutto il mondo e portata al successo da Edith Piaf (1945), Over the rainbowdi Harold Arlen, scrittaper il film “Il mago di Oz” del 1939,Besame Mucho, scritta nel 1940 dalla messicanaConsuelo Velázqueze considerata una delle canzoni più popolari del XX secolo, e Maramao perché sei morto?, composta nel 1939 da Mario Consiglio e Mario Panzeri, portata al successo in Italia dal Trio Lescano e censurata dal regime fascista.
Dopo il concerto sarà allestito un piccolo buffet con cibi tipici del periodo tra le due guerre.

Il programma

Edith Piaf  La vie ed rose

Harold ArlenOver the rainbow

Ross ParkerWe’ll meet again

Kurt WeillWie lange noch?

Dmitri SchostakowitschPreludium

Kurt WeillSeptember Song

Kurt Weill Youkali

Kurt WeillDie Moritat von Mackie Messer

Consuelo VelazquezBesame Mucho

Eros SciorrilliIn cerca di te

  1. Consiglio - M. Panzeri Maramao perché sei morto?

Joseph KosmaAutumn Leaves

  1. Gordon - H. WarrenAt Last

ENSEMBLE SMILEnasce per risaltare e portare nelle sale da concerto la musica prodotta tra le due guerre, una sua speciale musica: briosa, comica, sentimentale e a volte tragica nei contenuti; un innocente contrappunto alla brutalità dei suoi eventi. Un repertorio, interamente dedicato alle canzoni prodotte tra le due guerre, che, scritte originariamente per i teatri di Broadway, per i musical londinesi e per i cabaret parigini, diventavano motivi cantati tanto dalle truppe al fronte quanto dai cittadini che all’epoca vissero i sentimenti amorosi contornati a volte da note malinconiche, altre volte da ritmi contrapposti e protesi verso un allegorico mondo dove la pace, anche quella interiore, possa attenuare l’ansia di una distruzione tanto funesta quanto inutile, banale e mossa da uno sciocco puerilismo. Lo scopo dell’ensemble è quello di riesumare, sotto l’aspetto sonoro, ciò che il pubblico di allora ascoltava nei luoghi dove la musica veniva prodotta. Ciò con particolare riferimento agli strumenti prescelti all’epoca e in riferimento anche alla “maniera”, intesa come “prassi esecutiva”, non scritta nelle pagine musicali ma che palesemente si avverte da una lettura attenta delle partiture. Infatti l’ensemble “Smile” nasce, oltre tutto, anche con lo scopo di evitare conformismi esecutivi in nome di un’autentica perfomance, fedele allo stile e desunta dalle tipiche armonie e melodie del tempo.

Informazioni e prenotazioni tel. 3920889640 (ore 09.30-13 e ore 16.30-20)
Prevendita online  www.cpsmusic.com

Biglietti:Intero 15 | ridotto studenti e over 65 € 13

Convenzionato con 18app e Carta Docente

 
 
 
 
x

ATTENZIONE