SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Posteggiatori abusivi nel mirino della polizia

di :: 30 giugno 2020 17:55

polizia

polizia

Il Questore di Catania Mario Della Cioppa ha emesso 15 provvedimenti con i quali viene applicata la misura di prevenzione dell’Avviso Orale, nei confronti di altrettante persone ritenute socialmente pericolose. Il provvedimento è stato adottato sulla scorta delle risultanze sulla condotta dei soggetti presi a esame, si basano sulla valutazione prognostica delle capacità delinquenziali dimostrate dalla persona. Concetti nati per fronteggiare comportamenti criminali, si attagliano molto bene a coloro che vivono sul limen della legalità, con condotte, ampiamente censurabili da un punto di vista amministrativo, che cadono, spesso, nell’ambito dell’applicazione delle leggi penali.

È il caso dei posteggiatori abusivi e non deve sorprendere il fatto che un terzo dei provvedimenti di Avviso Orale riguardi proprio questa categoria – adesso emergente – di criminali. La denuncia penale che la reiterazione dell’attività abusiva di guardiamacchine comporta, infatti, è prevista da una norma di legge, l’art. 7 co. 15 bis del Codice della Strada che, in tal modo, inquadra questa fattispecie sotto una nuova luce. Sono stati quattro i posteggiatori abusivi interessati dai provvedimenti del Questore Della Cioppa che, a più riprese, aveva avvisato della direzione che stava prendendo l’azione di contrasto contro questo odioso fenomeno: tolleranza zero e utilizzo di ogni strumento di legge per arginare la casistica.

Adesso, per i quattro si aprono orizzonti poco rosei: infatti, ferma la già confermata denuncia penale, ogni nuovo controllo che li sorprenda a esercitare l’attività di posteggiatore abusivo andrebbe incontro a una nuova denuncia e potrebbe costituire argomento per un’eventuale proposta al Tribunale per l’applicazione della più grave misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. Inoltre, i posteggiatori “avvisati” saranno segnalati per la revoca della la patente di guida e del “reddito di cittadinanza”.

Tale, ultimo, punto è stato il focus di recenti tavoli tecnici, tenutisi in Questura con la partecipazione di responsabili del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, allo scopo di addivenire all’individuazione di agili strumenti di controllo e di accertamenti incrociati con le Banche dati dell’INPS, che consentano di adottare in tempi brevissimi le previste sanzioni penali per il reato di truffa e le immediate richieste di revoca del beneficio per quanti percepiscano tale sovvenzione in modo illecito.

Un segnale forte, quindi, quello della Polizia di Stato verso questa categoria di “fuorilegge” che non vogliono rinunciare agli illeciti profitti, guadagnati a spese della collettività e dell’immagine della città di Catania.

I provvedimenti adottati nei confronti di altri pregiudicati, condannati con sentenza definitiva, sono stati aggravati dalla proposta di revoca della patente di guida per carenza di requisiti morali e dal divieto di possedere o utilizzare, in tutto o in parte, qualsiasi apparato di comunicazione radiotrasmittente.

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE