SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Caro voli per le vacanze di Natale, "prezzi stratosferici per la Sicilia"

di :: 09 novembre 2019 11:23

Caro voli per le vacanze di Natale, prezzi stratosferici per la [...]

Non sembra avere fine l'enorme disagio, professionale e di vita, cui sono costretti migliaia di docenti immessi in ruolo negli ultimi anni a centinaia di chilometri da casa. Alla lontananza dalla famiglia, alle spese di affitto, al maggior costo della vita, ora si aggiungono le spese per raggiungere la propria terra durante le vacanze, mentre gli stipendi rimangono lontani dal costo della vita dopo una vita da precario sempre con lo stesso cedolino, in barba alla Costituzione e alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. E' quanto sottolinea l'Anief in una nota. Dopo l'ingiustizia, adesso e' arrivata l'umiliazione: i costi salatissimi per tornare a casa e ritornare a scuola in occasione del prossimo periodo natalizio soprattutto per raggiungere la Sicilia, visto che il costo dei biglietti aerei e' aumentato a prezzi stratosferici.

I docenti interessati che non hanno ancora prenotato hanno avuto una "triste sorpresa - scrive Orizzonte Scuola -: il costo dei voli e' lievitato vertiginosamente. Alla base ci sarebbe la soppressione delle tratte da Catania e da Palermo per Roma di una compagnia che ha poi, di conseguenza, fatto alzare il prezzo di altre compagnie. Sulla questione dei docenti assunti con legge 107/2015 e' da poco intervenuto il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti, il quale ha spiegato che rispettera' le percentuali concordate tra Miur e sindacati per il contratto vigente sulla mobilita' 2019/22.

"Per quanto riguarda l'avvicinamento a casa dei docenti assunti con la legge 107, avete proposto per la mobilita' interprovinciale una quota maggiore. Si tratta di materia di contrattazione con i sindacati che ha valore triennale", ha detto il ministro. L'Anief anche per risolvere tale problema ha deciso di scendere in piazza il 12 novembre con un apposito punto della piattaforma sindacale che ha sviluppato in due proposte emendative al decreto legge numero 126/2019 in corso di esame della VII e XI Commissione della Camera dei Deputati, che introducano una mobilita' straordinaria su tutti i posti vacanti e una ordinaria con vincoli ridotti ai trasferimenti.

Per Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief "e' arrivato il momento di favorire il rientro dei docenti ingabbiati, di cancellare il recente vincolo quinquennale introdotto nei trasferimenti e di programmare degli incentivi, agevolazioni, indennita' per attrarre e risarcire i lavoratori provenienti dalle altre regioni. Soltanto cosi' si contempera diritto al lavoro, continuita' didattica e diritto alla famiglia".

Potrebbe interessarti

 
 
 
 
x

ATTENZIONE