SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO A {WA-NOMESITO}? CLICCA QUI E REGISTRATI !

 

Prendersi cura dei capelli stressati e sfibrati: metodi e strumenti

12 agosto 2020 12:20
Fonte: Adnkronos

#salute-e-benessere

(Milano, 12 agosto 2020) - Milano, 12/08/2020 - Avere i capelli stressati e sfibrati è molto frequente, soprattutto se si usano prodotti chimici troppo potenti per i propri capelli o li si lava spesso. Anche l'uso eccessivo di phon e di spazzole inappropriate possono danneggiare i capelli. In particolare, i capelli si possono indebolire o assottigliare causando: • sfibramento • secchezza • caduta • perdita di morbidezza e lucentezza. In questi casi è meglio cambiare abitudini e aggiungerne qualcuna che risulti più salutare per il cuoio capelluto, così da poter riacquisire la vitalità. Capelli stressati e sfibrati: tecniche per lo shampoo efficace Una delle azioni quotidiane che più frequentemente danneggia il cuoio capelluto è la modalità di farsi lo shampoo e i prodotti usati. Talvolta questi potrebbero risultare troppo forti per il proprio cuoio capelluto o addirittura potrebbero essere troppo deboli. Dunque, per effettuare uno shampoo come si deve: • Non fare lo shampoo troppo frequentemente: la scienza consiglia di lavare i capelli ogni 3-4 giorni a seconda delle necessità. Questa regola ovviamente non vale per chi si allena, suda o li sporca con frequenza. In questi casi è chiaro che uno shampoo frequente è indicato, altrimenti lo sporco può ledere i capelli e creare malattie anche abbastanza gravi; • Analizzare il proprio cuoio capelluto: è importante riuscire ad individuare che tipo di capelli si ha (sottili o spessi, grassi o secchi, ricci o lisci…); • Scegliere il giusto shampoo e i giusti prodotti da acconciatura proprio in base al tipo di capelli; • Controllare la presenza di tensioattivi, i responsabili della schiuma: elevate quantità potrebbero danneggiare il cuoio capelluto; • Attenzione alla temperatura dell'acqua: usare acqua troppo calda indebolisce e danneggia i cappelli, quindi per il lavaggio è indicato usare acqua tiepida o fredda, con il beneficio aggiuntivo di rendere i cappelli più lucenti. Assicurarsi anche di aver eliminato definitivamente lo shampoo e utilizzare poche gocce di balsamo lontano dalla radice; • Applicare il balsamo: rende i capelli più morbidi al pettine. Capelli stressati e sfibrati: l'acconciatura perfetta I trattamenti post shampoo come l’asciugatura e l’acconciatura caratterizzano il risultato finale del capello. Se ben eseguiti, faranno apparire il capello più sano da subito e non lo danneggeranno in aggiunta. Come farli al meglio? Dopo aver fatto lo shampoo, seguendo le indicazioni precedenti, è il momento di asciugare i capelli: non vanno mai usati phon troppo stressanti, che invece vanno usati a moderata velocità e non alla massima temperatura. I pettini o le spazzole usate assieme al phon devono essere delicati e usati senza tirare i capelli, nemmeno per sciogliere i nodi, poiché quando i capelli sono bagnati sono più sensibili. L'utilizzo degli strumenti adatti è di primaria importanza, in particolare per quanto riguarda i phon. Quelli di nuova generazione come il Dyson Supersonic suggerito da , sono dotati di tecnologie che proteggono i capelli evitando di bruciarli o seccarli. In genere, i phon di alta qualità sono dotati di regolatore di velocità e garantiscono un flusso continuo e avvolgente, quindi meno aggressivo rispetto alle vecchie generazioni. In più, le tecnologie ionizzanti permettono l’esecuzione di un'acconciatura morbida e antistatica. Prima di pettinare i capelli è preferibile che si lascino asciugare parzialmente, all'aria se si può, e mai dentro l’asciugamano: l’umidità fatta assorbire danneggia il capello. Una volta che si saranno parzialmente asciugati, sono pronti per essere pettinati, azione da compiere gradualmente, iniziando a pettinare prima in fondo e piano piano salire verso la radice, così da eliminare tutte le imperfezioni e i nodi. Che si faccia anche attenzione a quale spazzola e pettine si usano. Per non danneggiare il cuoio capelluto è bene usare pettini con i dentini ben distanziati, così potrai svolgere un'azione meno aggressiva, ma più delicata. Asciugati e pettinati definitivamente i capelli, l'acconciatura sarà perfetta e non avrà bisogno di prodotti chimici come spuma, gel o lacca. È meglio non utilizzare ulteriori prodotti chimici oltre lo shampoo e il balsamo, altrimenti il cuoio capelluto diventerà più debole, soprattutto se li si utilizza frequentemente. Saltuariamente, potrebbe essere utile concedere un trattamento più intenso per la cura dei capelli, come una maschera o un trattamento alla cheratina. Una volta applicata secondo le indicazioni e considerando sempre il proprio tipo di cuoio capelluto, i capelli acquisiranno nuova vita e risulteranno più lucenti. Capelli stressati e sfibrati: comportamenti virtuosi Altre azioni che si possono effettuare per risolvere i problemi di stress dei capelli e il conseguente sfibramento possono essere l’assumere alimenti ricchi di vitamine e proteine. La carenza di questi nutrienti potrebbe, infatti, provocare indebolimento, caduta dei capelli e desquamazione. È quindi importante assumere le giuste quantità di omega 3, vitamine B12, A, E, in modo tale da facilitare la produzione di cheratina, che costituisce il cuoio capelluto. Infine, tagliare le punte sfibrate o doppie con frequenza trimestrale potrebbe essere d'aiuto per far apparire i capelli più compatti e uniformi. Per informazioni: CasaHiTech.it è un progetto informativo su tecnologia, domotica e elettrodomestici. News e recensioni oneste sugli ultimi prodotti in commercio sono sempre disponibili sul portale, che ha raccolto solo nell’ultimo anno più di 240 mila utenti italiani. Contatti: Mail: Facebook: Instagram: YouTube:

 
 
 
ULTIME NOTIZIE
 
 
 
x

ATTENZIONE