Home Cronaca Vertenza bacino prefettizio, 10 lavoratori occupano il Comune

Vertenza bacino prefettizio, 10 lavoratori occupano il Comune

Da ieri in tarda serata, 10 dei 105 disoccupati inseriti nel bacino prefettizio hanno occupato l’aula consiliare di . La decisione è stata presa dai lavoratori a seguito dell’ennesima gara d’appalto comunale per i servizi di igiene ambientale andata deserta. , , UIL, Ugl, USB, Snalv e le relative sigle di categoria, ritengono che la responsabilità di questo disagio che opprime gli ex lavoratori e tutto ciò che ne consegue oramai da mesi, “sia da addebitare al commissario del consorzio Senesi, Verrazzani, che continua ad irrigidirsi in atteggiamenti di chiusura e a disertare i confronti pubblici con sindacati e ”. “Proprio per colmare il “buco” temporale causato dalle gare deserte, -continuano i sindacati-  il commissario potrebbe avviare contratti a tempo determinato, evitando di peggiorare un servizio pubblico essenziale a danno di ogni cittadino onesto contribuente, nonché sovraccaricare i dipendenti  già in servizio, tagliare ferie, mettere a rischio anche la sicurezza sul lavoro, e immettendo al lavoro uomini e donne che attendono inutilmente nuove opportunità da mesi; opportunità previste dall’accordo istituzionale che ha dato vita al bacino stesso.

Ringraziamo il sindaco e il prefetto per la pazienza e per la disponibilità più volte concretamente dimostrata. Staremo vicini ai lavoratori, come e più di prima, e abbiamo già segnalato all’ e all’ alcuni punti critici frutto di scelte sbagliate del Consorzio Seneco che pesano sulle spalle di chi lavora già  nell’igiene ambientale ma in situazioni limite, con forzature nelle ferie e nell’idoneità dei mezzi, conseguenti mancati riposi e insufficienza di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro.