CONDIVIDI
Milano, 20 apr. (AdnKronos) - "Stiamo conducendo una battaglia in questi mesi affinché le politiche di coesione restino un pilastro centrale dell'Unione europea ed è in atto un grande lavoro politico affinché questa voce resti priorità anche dopo il 2020". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, partecipando all'incontro nella sede di Spazio Regione promosso dall'Autorità di Gestione Por Fesr 2014-2020, con l'obiettivo di favorire la diffusione e la conoscenza delle opportunità attivate nell'ambito della programmazione europea e regionale a sostegno della crescita economica e sociale del tessuto produttivo lombardo. "Il nostro Paese è un grande beneficiario di questi fondi, secondo solo alla Polonia. Dei 350 miliardi stanziati, un decimo arriva in Italia. Anche sul bilancio della Lombardia questi finanziamenti sono significativi: si parla di circa 3 miliardi. Questi finanziamenti servono per ridurre le disparità territoriali", ha detto Cattaneo. L'Ue "deve mettere sul tavolo queste risorse per aiutare i territori, soprattutto attraverso progetti di sviluppo locale, tema che interessa amministrazioni e associazioni di categorie. In alcuni casi queste risorse sono l'unico modo per dare avvio a progetti di nuovo investimento. A Varese si tratta di circa 300 milioni, 100 milioni per quanto riguarda i fondi Fesr", ha aggiunto.