Home Cronaca Salvo Pogliese con il 52% dei consensi è il primo cittadino di...

Salvo Pogliese con il 52% dei consensi è il primo cittadino di Catania

Salvo Pogliese è il nuovo primo cittadino di Catania che supera la soglia del 40 per cento, necessaria per l’elezione al primo turno del sindaco in una delle città sempre nel cuore del centrodestra. Il nuovo sindaco di Catania, ha gia’ fatto sapere che lascerà il parlamento europeo. Al suo posto sarà eletto Innocenzo Leontini che diventa europarlamentare. “Il centrodestra dove è unito vince. E lo fa nella città più importante di queste amministrative, e questo dato ha valenza nazionale. Ringrazio Matteo Salvini che ha dato il suo sostegno, intervenendo personalmente in campagna elettorale”.

Lo ha detto Salvo Pogliese, candidato del centrodestra, parlando da sindaco di Catania, sottolineando che “al di la’ di logiche partitiche voglio essere il sindaco di tutti”. “A livello nazionale – ha aggiunto – non e’ stato possibile rendere operativo un Governo di centrodestra. Ma io sono con convinto che Salvini guardi al perimetro del centrodestra come ha sempre fatto”. “La prima cosa che ho fatto per Catania – ha osservato Pogliese – è rinunciare a una comoda poltrona a Bruxelles per una esaltante, qualificante, ma molto scottante poltrona di sindaco della mia città. Credo che i catanesi ci chiedano più sicurezza, pulizia e decoro urbano. Sono queste le nostre priorità e agiremo di conseguenza”.

Enzo Bianco, ha rivolto un sincero augurio di buon lavoro, al nuovo sindaco. “Con la speranza che non sia disperso quanto fatto in questi anni per la città ed i frutti che esso darà. Ho conseguito un risultato significativo, guadagnando circa 20 punti rispetto al dato del PD alle ultime elezioni politiche e circa 15 rispetto alle regionali. Ma non è bastato.  Ho la soddisfazione che tanti catanesi, che non sono elettori del centro sinistra, hanno apprezzato il lavoro da noi svolto”.
Intanto nel catanese, a Belpasso il primo cittadino si chiama Daniele Giuseppe Maria Motta, a Biancavilla Antonio Bonanno, a Caporotondo Filippo Privitera, a Castel Di Iudica, Ruggero Agatino Strano, a Maletto Giuseppe De Luca, a Mineo Giuseppe Mistretta, a Mascalucia Vincenzo Magra, Piedimonte, Ignazio Puglisi, a Randazzo Francesco Giovanni Emanuele Sgroi, a Riposto Vincenzo Caragliano,  a San Gregorio Di Catania Carmelo Antonio Corsaro, a Sant’alfio Giuseppe Maria “Pippo” Nicotra, a Valverde Angelo Spina, a Viagrande Francesco Leonardi.