Home Cronaca Quale solidarietà possibile? Art. 2 Costituzione Italiana

Quale solidarietà possibile? Art. 2 Costituzione Italiana

CONDIVIDI

L’articolo 2 della Costituzione italiana ha come fondamento la solidarietà. Diventa basilare parlarne con i giovani. Affrontare con loro questioni che vanno al di là del semplice gesto, che racchiudono una serie di comportamenti che valgono sia nella quotidianità che nel mondo virtuale del web.

Sala gremita a Palazzo della Cultura stamani per il dibattito “Quale solidarietà possibile? Art. 2 Costituzione Italiana”, organizzato dal gruppo scolastico “Interact Wojtyla”, cui ha preso parte l’Associazione Nazionale Antimafia Alfredo Agosta. Due gli istituti coinvolti l’I.P.S.S.A.R. Karol Wojtyla e il liceo classico N. Spedalieri di Catania.

Presente l’avv. Mariolina Malgioglio, legale dell’Associazione Nazionale Antimafia Alfredo Agosta che ha approfondito il contenuto dei principi fondamentali dell’art. 2 della Costituzione Italiana. «L’art. 2 della Costituzione ha in sé il fondamento della solidarietà che l’uomo deve sviluppare e raggiungere per affermare la propria personalità. Ritengo – sottolinea l’avv. Malgioglio – che la lettura dell’art. 2 vada fatta anche in tal senso. E’ per questo che l’associazione ha avuto il piacere di confrontarsi con le istituzioni. La solidarietà è tra gli scopi della nostra associazione».

Hanno preso parte al dibattito la dirigente scolastica dell’ I.P.S.S.A.R. Karol Wojtyla e reggente del liceo classico N. Spedalieri di Catania Daniela Di Piazza, le docenti Graziella Guerrera e Patrizia Seminerio, padre Orazio Bonaccorso e il vicepresidente vicario del Consiglio comunale di Catania Sebastiano Arcidiacono.

 

image_pdfimage_print