Home Adnkronos Pensioni: Cottarelli, spesa sfiora 18 mld per invalidi, record in Calabria

Pensioni: Cottarelli, spesa sfiora 18 mld per invalidi, record in Calabria

CONDIVIDI
Milano, 6 nov. (AdnKronos) - Il numero di prestazioni agli invalidi civili (pensioni e indennità di accompagnamento) è aumentato rapidamente dal 2014, riprendendo l'andamento crescente che si era interrotto per alcuni anni. Nella media del Paese c'erano 4.670 prestazioni di invalidità ogni 100.000 abitanti nel 2014, oggi il numero è salito a 5.051, un aumento dell'8,2%. La spesa per queste prestazioni sarà di circa 17,8 miliardi nel 2017, oltre 700 milioni in più rispetto al 2014. Sono questi alcuni dei dati emersi in una ricerca illustrata oggi da Carlo Cottarelli, direttore dell'Osservatorio sui Conti pubblici italiani dell'Università Cattolica di Milano.? "I dati più recenti sull'andamento delle prestazioni agli invalidi civili (pensioni e indennità di accompagnamento) suggeriscono che l'erogazione di tali prestazioni rifletta ancora logiche clientelari e non le effettive necessità della popolazione. Il fenomeno è particolarmente odioso perché, oltre ad accrescere la spesa pubblica, sottrae risorse a chi avrebbe bisogno di maggiore assistenza da parte delle pubbliche amministrazioni", spiega Cottarelli. L'aumento nel numero di prestazioni erogate è stato più forte nelle regioni che già avevano un numero 'anomalo' di prestazioni di invalidità. Per esempio, in Calabria già nel 2014 c'erano 7.071 pensioni di invalidità ogni 100.000 abitanti, il valore più alto tra le regioni d'Italia. In questa regione l'aumento del numero di prestazioni dal 2014 è stato di 686 unità ogni 100.000 abitanti, contro una media nazionale di 390 unità. Attualmente il numero di prestazioni di invalidità ogni 100.000 abitanti in Calabria è il doppio di quello dell'Emilia-Romagna, la regione con meno prestazioni di invalidità. Valori particolarmente alti si riscontrano anche in Sardegna, Umbria, Puglia e Sicilia.