CONDIVIDI
Milano, 16 mag. (Labitalia) - Insieme per una sinergia concreta e un'azione congiunta a sostegno dello sviluppo e della crescita del nostro paese a livello internazionale. Con questo obiettivo, oggi Milano ospita l'evento di presentazione lanciato dalla Fondazione garagErasmus, che dal 2013 è al lavoro per costruire un cantiere per una nuova Europa che valorizzi i talenti internazionali. Si tratta del progetto Laissez-Passer, il passaporto della generazione Erasmus che vede insieme Regione Lombardia, Comune di Milano, università e imprese lombarde. Il capoluogo lombardo rappresenta, infatti, il polo strategico italiano per eccellenza, per la sua capacità di creare occasioni di investimento e opportunità di crescita per le imprese che vogliono investire all'estero. "GaragErasmus -spiega Francesco Cappè, presidente della Fondazione- grazie al Laissez-Passer vuole aumentare le possibilità di mobilità per tutti e connettere lo spirito vincente dell'Erasmus, che caratterizza i talenti internazionali, al mondo del lavoro: tutto questo per serrare i ranghi verso un'Europa più dinamica, unita e giusta, all'interno della quale la voce della Generazione Erasmus trovi lo spazio che si merita per farsi ascoltare?. Fabrizio Sala, vicepresidente di Regione Lombardia, Anna Scavuzzo, vicesindaco del Comune di Milano, Michele Angelo Verna, direttore generale di Assolombarda-Confindustria Milano Monza e Brianza, firmeranno una lettera di intenti a supporto della Fondazione garagErasmus che rappresenterà il punto di partenza di un'importante collaborazione che vedrà, nei prossimi mesi e anni, i talenti internazionali al centro di una progettualità congiunta. ?Nel corso delle nostre missioni economiche all'estero -ricorda il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa, housing sociale, Expo e internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala- emerge ogni volta l'interesse dei gruppi multinazionali a investire in Lombardia per via della qualità del capitale umano che questa regione può offrire. La formazione e l'istruzione sono al centro delle nostre collaborazioni con l'estero. Anche per questo la giunta regionale continua a investire sulla promozione e l'attrazione di talenti". "Anche nell'ambito delle politiche per l'edilizia sociale -sottolinea- solo per fare un esempio, abbiamo lo scorso anno dato vita al progetto di Campus Lombardia, che mira a mettere in contatto la domanda di edilizia universitaria con l'offerta, mentre poche settimane fa abbiamo approvato i 16 progetti per la riqualificazione di studentati universitari e per la realizzazione di nuovi posti alloggi per giovani che vengono a studiare in Lombardia, che sosterremo con un intervento da 3,5 milioni di euro". "Nell'ambito delle politiche urbane, l'internazionalità e l'attrattività per i giovani sono caratteristiche strettamente interconnesse -sottolinea Anna Scavuzzo- che camminano di pari passo e crescono con ogni investimento e progetto innovativo fatto da istituzioni, università, enti di ricerca e associazioni in tema di educazione e istruzione, ma anche di qualità della vita, servizi del territorio e promozione di cultura. In questi anni Milano è diventata una città sempre più aperta, internazionale e attrattiva, soprattutto per i giovani talenti che ne rendono vivace il tessuto scientifico e creativo, noto in tutto il mondo". Il passaporto sarà assegnato ai talenti europei che dimostreranno capacità di iniziativa imprenditoriale o di possedere un curriculum dalle spiccata formazione internazionale; dieci di loro, a partire dal mese di giugno, verranno selezionati ogni mese tra gli iscritti alla piattaforma garagErasmus on-line, la 'casa' degli ex studenti Erasmus, e il loro profilo verrà inviato alle aziende che sosterranno il progetto. Le aziende private, dal canto loro, potranno supportare, con una donazione simbolica di 110 euro all'anno, la Generazione Erasmus, vedendosi assegnate il Red Laissez-Passer, speciale versione del passaporto, dedicata, appunto, alle imprese. Il passaporto della generazione Erasmus punterà a rinforzare dunque il legame tra i giovani talenti e le imprese interessate ai loro progetti e proposte, ma sarà anche un'occasione per creare nuove borse di studio di mobilità e opportunità di lavoro, proprio grazie alle donazioni delle imprese aderenti. Le imprese che sosterranno il progetto saranno invitate a partecipare alla cena di gala che avrà luogo al 39° piano del Palazzo della Regione domani sera alle ore 20, dove avranno la possibilità di incontrare la generazione Erasmus, ascoltarne le proposte e instaurare un collegamento anche ai fini dell'internazionalizzazione della propria azienda. Nel mese di dicembre 2017, il top Erasmus talent of the year verrà premiato durante l'Annual meeting di garagErasmus dove avrà la possibilità di investire il premio di 3.000 euro, in un'iniziativa imprenditoriale o di formazione personale. La scelta del talento dell'anno vedrà una prima fase on-line in cui verranno raccolte le candidature e una parte finale in cui i talenti più popolari si sfideranno presentando i propri progetti.