CONDIVIDI
Milano, 20 mar. (AdnKronos) - ?Nel pieno dell'ennesima bufera giudiziaria il presidente dell'agenzia anticorruzione se ne va con motivazioni che lasciano interdetti. È il fallimento di Maroni, che mostra un misto di dilettantismo e di incapacità di ripulire il sistema come promesso. Ora, oltre al caso di Finlombarda, Maroni deve chiarire anche le accuse rivoltegli dall'ex presidente di Arac?. Lo dichiarano Alessandro Alfieri ed Enrico Brambilla, segretario regionale e capogruppo in Regione Lombardia del Partito Democratico in merito alle dimissioni del presidente dell'Arac Francesco Dettori.