Home Cronaca La mostra olografica “L’uovo aurico” di Rossella Pezzino de Geronimo centra l’obiettivo...

La mostra olografica “L’uovo aurico” di Rossella Pezzino de Geronimo centra l’obiettivo di WonderTime

Un evento incredibilmente emozionante il vernissage della mostra olografica, “L’uovo aurico”, di Rossella Pezzino de Geronimo, nella cripta San Giuseppe al Transito, in piazza Maravigna a Catania che sarà attiva fino al 7 ottobre, dal martedì alla domenica.

La serata ha fatto breccia nel cuore degli abitanti del quartiere e verrà, senza dubbio, ricordata come una delle più riuscite dell’edizione 2018 di Catania.

Degna di nota, infatti, è stata la componente sociale della manifestazione, che ha reso la piazza vivibile, pulita, chiusa al traffico, per permettere al pubblico di sostare agevolmente in piazza e aprirsi al confronto con l’arte, ognuno con la propria sensibilità, ciascuno con il proprio bagaglio culturale riempito da esperienze di vita diverse.

Tutti i presenti sono rimasti a bocca aperta nell’ascoltare le parole dell’imprenditrice e artista Rossella Pezzino de Geronimo, ideatrice della rassegna internazionale di arte diffusa, che, con grande altruismo, ha spiegato i significati nascosti dietro al suo ologramma.

“Ho scelto l’uovo come oggetto della mia opera – ha dichiarato Rossella – perché, oltre ad essere il simbolo della vita, contiene in sé i quattro elementi: il guscio rappresenta la terra, la membrana l’aria, l’albume l’acqua e il tuorlo il fuoco. Inoltre io vedo Catania, un’antica città che ha resistito a momenti molto difficili, come una salamandra, animale di potere, carico di significati simbolici legati all’antica credenza che riuscisse ad attraversare il fuoco rimanendo illeso. Catania, del resto, ha mostrato grande capacità di adattamento con la sua continua rinascita nei secoli. L’ologramma contiene anche una trottola che evoca l’emancipazione della città e che qui simboleggia non già l’emancipazione del bambino dalla madre, ma la crescita della città. L’ologramma fa apparire, infine, la spirale come sviluppo e continuità della città distrutta e riedificata ben sette volte. L’opera si conclude con un’immagine rasserenante del cielo e del mare uniti dall’orizzonte”.

Si è trattato di una serata magica, a cui hanno partecipato anche il sindaco del capoluogo etneo, e l’assessore alla cultura , insieme a tutto il comitato promotore.

“Sono colpito dallo stupendo impulso di energia positiva che Rossella Pezzino de Geronimo ha dato a tutto il comitato promotore – ha dichiarato il primo cittadino Pogliese –. WonderTime Catania è una manifestazione che dà grande lustro alla nostra città e l’opera “L’uovo Aurico”, permetterà di far conoscere il quartiere attorno a piazza Maravigna a tutti i catanesi e ai turisti”.

Entusiasmo condiviso anche dall’assessore alla cultura Barbara Mirabella: “Ho conosciuto Rossella, prima di diventare assessore, subito sono rimasta affascinata da lei e dal suo incredibile progetto, WonderTime, che poi, in virtù del mio ruolo istituzionale, ho deciso di appoggiare con grande senso di responsabilità e di condivisione con il resto della città”.

Infinitamente grata per il riscontro ricevuto Rossella Pezzino de Geronimo che, a fine serata, si è espressa così: “È stato stupendo stimolare il dialogo tra un pubblico eterogeneo, per età ed estrazione sociale, i significati concettuali della mia opera – ha spiegato Rossella – intendono lanciare dei messaggi di aggregazione e di rifiuto della conflittualità e di ogni tipo di barriera sociale. Mi sembrava di essere a casa perché l’atmosfera era meravigliosamente intima anche grazie alla splendida cripta che ha accolto tutti. Avevo ragione: seminare bellezza autentica è l’unico modo per dilatare l’anima e per stimolare nei catanesi l’orgoglio di appartenenza al territorio”.