CONDIVIDI
Bologna, 20 apr. (Adnkronos) - Proseguono le ricerche di Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, il killer serbo 41enne ancora latitante tra le province di Bologna e Ferrara. Alla caccia all'uomo, che impiega circa mille uomini, partecipano anche i paracadutisti 'Tuscania' dei carabinieri e i 'cacciatori' di Calabria. Le ricerche rimangono concentrate tra la boscaglia e i canali di Campotto e Marmorta dove mercoledì sono stati controllati un casolare e, in particolare, un appartamento in via Fiume vecchio. La polizia scientifica ha prelevato dei reperti dall'abitazione e i cani avrebbero fiutato una traccia recente all'esterno del caseggiato. Una circostanza che avvalorerebbe la tesi che il killer si trovi ancora nella 'zona rossa'  individuata dai carabinieri. Il casolare si trova a poche centinaia di metri di distanza dalla zona in cui il killer aveva abbandonato il Fiorino bianco ed era fuggito a piedi la sera dell'8 aprile, dopo aver freddato la guardia ecologica volontaria Valerio Verri. Sul fronte delle indagini, gli inquirenti - coordinati dal Pm di Bologna Marco Forte - continuano ad indagare sui contatti di Feher per individuare eventuali complici che possano essere coinvolti nella sua latitanza.