CONDIVIDI

Tra le molteplici attività a tutela della sicurezza dei cittadini, la Polizia di Stato ha il compito di vigilare sulla regolare detenzione delle armi legittimamente possedute dai privati, sulla idoneità fisica e mentale dei detentori e sulla tracciabilità dei movimenti che le armi stesse possono lecitamente subire.

In quest’ambito, gli agenti del Commissariato Borgo-Ognina hanno iniziato un controllo a tappeto che, prendendo vita dalla continua attività di controllo documentale effettuato sui dossier dell’Ufficio, si è tradotta in un’attività operativa sul territorio che ha portato gli uomini del Commissariato ad accertare diverse irregolarità, talune di carattere penale.

È stato così che presso un’abitazione di Viale Vittorio Veneto è stata rintracciata una pistola Beretta 635 e le relative munizioni: il proprietario, che l’aveva trasferita dal precedente domicilio, dov’era stata regolarmente denunciata, senza averne data comunicazione all’Autorità di P.S, è stato per questo indagato in stato di libertà.

 

Un analogo controllo ha condotto gli agenti in un’abitazione di via Rosso di San Secondo: anche qui, il proprietario è stato denunciato in stato di libertà per il medesimo reato che, in questo caso, ha riguardato l’irregolare trasloco di una pistola e di un fucile. Ma c’è di più: l’indagato, infatti, giusta denuncia di detenzione presentata all’Autorità di P.S., avrebbe dovuto possedere anche una carabina e un altro fucile, armi che non sono state rintracciate e in merito alle quali la persona non è stata in grado di dimostrare alcun documento di cessione o di patito furto. Tale circostanza ha costituito un’ulteriore causa di denuncia a piede libero, costituendo la fattispecie di reato prevista dall’art. 20 L.110/75 in tema di diligente custodia delle armi.

In entrambi i casi, infine, i detentori delle armi non sono stati trovati in possesso della certificazione medica attestante i requisiti psico-fisici per la legittima detenzione armi.

Le armi sono state sequestrate penalmente ai fini della confisca obbligatoria.