Home Cultura e Spettacolo Chimica, Catania ospita il convegno nazionale degli studiosi di Macromolecole

Chimica, Catania ospita il convegno nazionale degli studiosi di Macromolecole

Giorgio Montaudo

Domenica 9 settembre, alle 18, all’Hotel Mercure Excelsior, saranno inaugurati i lavori del 23esimo Convegno nazionale dell’Associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole (AIM) che proseguiranno fino a mercoledì 12. Si tratta di un significativo momento di incontro tra ricercatori italiani macromolecolari del mondo accademico e industriale.

Nata nel 1975, l’Aim è stata ufficialmente costituita nel 1983 con lo scopo di promuovere la ricerca e lo studio delle Macromolecole nei loro vari aspetti scientifici e tecnico-applicativi, organizzando convegni, scuole, workshop e seminari sui molteplici aspetti che caratterizzano il settore dei polimeri curando inoltre la pubblicazione di materiale didattico sia divulgativo che scientifico come il periodico AIM Magazine, gli atti relativi ai convegni e alle scuole e vari testi riguardanti la sintesi e la caratterizzazione dei polimeri.

Attualmente, l’associazione vanta circa 700 iscritti provenienti dal mondo accademico (Università e CNR) e da quello industriale (compresa la piccola e media industria) e rappresenta il naturale punto di incontro e luogo di dialogo tra questi due mondi che pur avendo interessi comuni sono spesso caratterizzati da esperienze, culture, esigenze e prospettive diverse.

Le conferenze e le presentazioni a carattere interdisciplinare previste dal convegno – che ha il patrocinio dell’Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali di Catania, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dal dipartimento di Scienze chimiche dell’Università di Catania e di Confindustria Catania -, daranno pertanto la possibilità di avere una panoramica aggiornata sulle attività di ricerca nell’ambito della scienza e della tecnologia delle macromolecole svolte nel contesto scientifico italiano.

Nell’ambito del convegno, lunedì 10 settembre alle 9, sarà consegnato il premio AIM alla carriera al professore emerito Giorgio Montaudo, a lungo docente di Chimica industriale dell’Università di Catania, che ha dato un rilevante e significativo contributo allo studio dei materiali polimerici mediante spettrometria di massa.