Home Cronaca Cesareo ritardato, ospedale presente come parte civile e responsabile

Cesareo ritardato, ospedale presente come parte civile e responsabile

CONDIVIDI

Udienza aggiornata al 12 ottobre. L’azienda ospedaliera Vittorio Emanuele di Catania sarà presente con la duplice veste di parte civile e responsabile civile davanti al Gup nell’udienza per il rinvio a giudizio di tre dottoresse dell’ospedale Santo Bambino di Catania scaturita dall’inchiesta sulla nascita, il 2 luglio del 2015, di un bambino con gravissimi disturbi neurologici perché, secondo l’accusa, due di loro a fine turno avrebbero tardato a intervenire con un parto cesareo per non restare ancora al lavoro. Il Gup ha ammesso come parte civile le associazioni Codacons e Codici. Nel procedimento si sono costituiti parte civile i genitori del bambino e la stessa azienda ospedaliera che, su richiesta del legale della famiglia, l’avvocato Gianluca Firrone, del bambino, è stata citata anche come responsabile civile.