Economia

Home Adnkronos Economia

Fondazioni: Gilberto Murano nominato nuovo presidente di Cariparo (2)

(AdnKronos) - (Adnkronos) - Per il loro valido e significativo supporto all'attività della Fondazione, sono stati inoltre riconfermati membri del Collegio sindacale, il cui mandato è scaduto con l'approvazione del Bilancio, Armando Grigolon, Presidente, Maria Teresa De Lorenzo e Stefano Dalla Dea. Rimarranno in carica per i prossimi quattro anni. Il Consiglio Generale ha infine approvato il Bilancio di Esercizio e il Bilancio Sociale 2017, che rendicontano rispettivamente la gestione economico-finanziaria dell'ente e gli effetti sociali del suo operato sul territorio. L'esercizio chiude con un avanzo di 112,3 milioni di euro, il più alto degli ultimi dieci anni e in crescita rispetto ai 98,2 milioni di euro dell'anno precedente (+14,3%) beneficiando della crescita dei dividendi distribuiti dalla partecipata Intesa Sanpaolo e del positivo rendimento di tutto il portafoglio finanziario. L'avanzo di esercizio sarà destinato per 45,2 milioni di euro alle erogazioni del 2018, per 3 milioni di euro al Fondo per il volontariato e per 24,8 milioni di euro al Fondo di stabilizzazione delle erogazioni (che al 31 dicembre 2017 ammontava a 141 milioni di euro). La parte restante andrà al consolidamento del patrimonio con 22,5 milioni di euro alla Riserva obbligatoria e 16,8 milioni di euro alla Riserva per l'integrità del patrimonio.

Fondazioni: Gilberto Murano nominato nuovo presidente di Cariparo (3)

(AdnKronos) - (Adnkronos) - Il valore del patrimonio netto (al 31 dicembre 2017) è pari a 1,986 miliardi di euro, in aumento di 112,8 milioni di euro rispetto all'anno precedente per effetto di: 73,5 milioni di euro quale incremento della Riserva da rivalutazioni e plusvalenze a seguito delle cessioni realizzate nel 2017 del titolo Intesa Sanpaolo e di 39,3 milioni di euro della destinazione dell'avanzo di esercizio 2017 alla Riserva obbligatoria e alla Riserva per l'integrità del patrimonio. Nel corso dell'esercizio 2017, essendosi delineate condizioni favorevoli, è proseguito il percorso di alleggerimento della partecipazione nel gruppo bancario Intesa Sanpaolo iniziato nel 2014, attraverso l'attuazione di un piano di dismissione disciplinato e strutturato, con l'obiettivo di migliorare il profilo di rischio del portafoglio riportando l'esposizione ad un unico titolo entro i limiti previsti dal protocollo MEF-ACRI (un terzo del totale degli attivi patrimoniali). I titoli sono stati ceduti al prezzo medio di 2,76 euro (superiore a quello medio di mercato nel periodo 1.1.2017-22.1.2018) e alla fine di gennaio 2018 l'investimento nelle azioni ISP è rientrato entro i limiti indicati dal protocollo. La partecipazione al capitale votante di Intesa Sanpaolo è stata quindi ridotta e risulta oggi pari al 2,11% (3,24% a fine 2016).

Fondazioni: Gilberto Murano nominato nuovo presidente di Cariparo (4)

(AdnKronos) - (Adnkronos) - Il dividendo staccato da Intesa Sanpaolo con riferimento all'esercizio 2016 è stato pari a 17,8 centesimi di euro per azione, con un incasso per la Fondazione di 91,5 milioni di euro, che si aggiungono ai 55,8 milioni di euro generati dal resto del portafoglio finanziario. Il risultato complessivo della gestione del portafoglio finanziario è quindi pari a 145 milioni di euro, con un rendimento contabile pari al 6,4%. Dal 1992 a oggi la Fondazione ha destinato all'attività erogativa circa 1,4 miliardi di euro (a valori attualizzati), per la quasi totalità a beneficio delle comunità di Padova e Rovigo. Il 2017 rappresenta il secondo anno della programmazione 2016-2018, che stimava in 120 milioni di euro le risorse destinate al territorio, con un obiettivo erogativo medio annuo di 40 milioni. Nel 2017 sono stati approvati 416 interventi e sono stati complessivamente assegnati 45,3 milioni di euro così distribuiti: 6,9 alla Ricerca Scientifica, 13,2 all'Istruzione, 10,2 all'Arte e alle Attività Culturali, 1,8 alla Salute e all'Ambiente, 9,8 all'Assistenza e Tutela delle Categorie Deboli, e complessivamente altri 3,4 all'Attività Sportiva, alla Protezione Civile, alla Sicurezza Alimentare e all'Agricoltura di Qualità, a cui si aggiungono circa 2,9 milioni di euro destinati ai Fondi Speciali Regionali per il Volontariato e al Fondo nazionale iniziative comuni delle Fondazioni. Il 49,7% delle risorse è stato destinato a Progetti di Fondazione, per la cui concretizzazione sono stati coinvolti anche alcune istituzioni locali e il mondo del volontariato. Il 14,3% è andato ai bandi, il 6% a Investimenti Mission Related e il restante 30% alle richieste libere.

Banche: Pd Veneto, per Fondo risarcimenti non si perda altro tempo

Venezia, 26 apr. (AdnKronos) - ?I rimborsi per le vittime dei reati finanziari dovrebbero finalmente partire, la Regione Veneto faccia la propria parte affinché le operazioni siano rapide: ci sono persone che attendono da ormai cinque anni. Per questo auspichiamo l'apertura di almeno due sedi ad hoc, una Vicenza e l'altra a Treviso in modo da velocizzare le pratiche?. È questa la richiesta contenuta in una mozione presentata dal gruppo consiliare del Partito Democratico e sottoscritta anche da Lista AMP e Veneto Civico dopo che il sottosegretario all'Economia ha dichiarato come sia ormai imminente l'emanazione dei decreti attuativi della legge istitutiva del Fondo stesso, con una dotazione complessiva di 100 milioni. ?Solo in Veneto i risparmiatori coinvolti dal crac di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, son oltre 200mila, qua è il maggior numero di vittime, due terzi delle quali ultra 65enni. Pensionati, artigiani, imprenditori ma anche lavoratori dipendenti i cui risparmi sono stati azzerati a causa dell'acquisto di azioni delle Popolari, dove da sempre avevano il proprio conto corrente. Investimenti fatti in assoluta ?tranquillità', magari suggeriti da persone di fiducia. Si tratta di un vero e proprio dramma sociale - continua la nota del gruppo dem - e adesso che iniziamo a vedere un po' di luce in fondo al tunnel occorre accelerare". "Tutte le istituzioni sono chiamate a fare la propria parte: alla Regione chiediamo di aprire due sportelli per redigere in modo corretto le istruttorie e velocizzare le pratiche per ottenere il riconoscimento dei risarcimenti. Perdere altro tempo, per chi ha visto svanire nel nulla i risparmi di una vita sarebbe un ulteriore, gravissimo, danno?, conclude la nota dem.

Lavoro: Fontana, allo studio in Lombardia misure e incentivi a occupazione

Milano, 26 apr. (AdnKronos) - "In Lombardia sono state introdotte e saranno incrementate misure di sostegno a tutti coloro che si trovano in condizioni di fragilità". Lo ha dichiarato Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, intervenendo a un congresso della Uil di Milano. La Lombardia, ha aggiunto Fontana, "ha visto diminuire negli ultimi 5 anni il suo livello di disoccupazione, tornato agli standard pre-crisi e ora è seconda solo al Baden-Wurttemberg, con un tasso del 7,4%". Fontana ha sottolineato che "famiglia e lavoro sono valori non alternativi. Per questo sono allo studio nuove misure e nuovi incentivi all'occupazione e all'imprenditorialità, soprattutto femminile". E sul fronte della disuguaglianza tra uomini e donne Fontana ha ha spiegato che la regione "può vantare i tassi di occupazione femminile più alti della Penisola, anche questi in crescita: rispetto al dato nazionale, la Lombardia fa registrare un tasso che nella fascia d'età15-64 anni si attesta al 58,1%, rispetto alla media nazionale del 48,1%".

Lombardia: Grimoldi (Lega), Pd confuso, Gibelli in Fnm vanta utile record

Milano, 26 apr. (AdnKronos) - "Sorprende come sempre l'impreparazione dei rappresentanti di spicco del Pd in Lombardia; sorprende che il Pd che ieri concordava con Attilio Fontana, quando il governatore lombardo rimarcava che i bilanci in ordine fanno piacere, ma la priorità è la puntualità del servizio ferroviario, oggi faccia confusione e non sappia distinguere tra Ferrovie Nord Milano e una delle sue società, Trenord, criticando la proposta di nomina della Regione Lombardia di confermare a Fnm il presidente uscente Andrea Gibelli". Così Paolo Grimoldi, deputato della Lega e Segretario della Lega Lombarda, replica alle critiche espresse dal Pd lombardo sulla scelta del nome di Gibelli da proporre per il cda di Fnm nell'assemblea del prossimo 21 maggio. In ogni caso, spiega Grimoldi, "ricordiamo al Pd che Gibelli da presidente di Fnm vanta un utile record del consolidato di Fnm di 34.991.000 euro, ovvero il 34% in più rispetto all'anno precedente, che ha eseguito tagli a parità di perimetro dei costi di gestione del 10%, oltre al fatto che a partire dal 15 gennaio, dall'approvazione del piano strategico, il titolo ha registrato un +104,56%. Bastano - conclude - questi numeri per continuare con Gibelli il buon governo di Fnm?".

Lombardia: Beccalossi, bene Fontana su treni, nomine non mi appassionano

Milano, 26 apr. (AdnKronos) - "Valuto in maniera assolutamente positiva le dichiarazioni del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Puntualità e servizi adeguati devono essere gli obiettivi prioritari e imprescindibili di chi gestisce i nostri treni. L'accapigliarsi su nomine e poltrone non mi ha mai appassionata e continua a essere lontano anni luce dal mio modo di concepire la politica". Lo afferma Viviana Beccalossi, consigliere regionale (Gruppo Misto) intervenendo su dibattito delle ferrovie lombarde. "Bene fa il nuovo governatore a far prevalere argomenti concreti su tutto il resto -conclude Viviana Beccalossi -. E, aggiungo io, poniamo ancor più attenzione verso la sicurezza dei viaggiatori e del personale che lavora sui treni, dato che le cronache quasi quotidiane ci raccontano di aggressioni e continui problemi con chi viaggia senza biglietto, spesso stranieri. La priorità assoluta è quella di avere treni efficienti e sicuri per i pendolari, gli studenti e tutti coloro che pagano per un servizio essenziale".

Best and Fast Change: + 33% di fatturato e impennata delle transazioni

Roma, 26 apr. (AdnKronos) - Best and Fast Change, secondo operatore nel settore del cambio valuta turistico in Italia, nel 2017 ha rafforzato la propria posizione nel contesto europeo con un fatturato di 55 milioni di euro, in crescita del 33% rispetto all'anno precedente. La società fiorentina amministrata da Fabrizio Signorelli sta inoltre espandendo la sua presenza in Spagna: il nuovo sportello inaugurato pochi giorni fa nella centralissima Calle Preciados di Madrid e i quattro uffici che apriranno al pubblico nelle prossime settimane alle Baleari (uno a Minorca e tre a Palma di Maiorca) si affiancano a quelli già attivi nella capitale spagnola, a Siviglia e a Barcellona. In più per il 2019 Best and Fast Change ha in programma l'apertura di 1 altro sportello a Ibiza. Nel 2017 sono state 240 mila le transazioni complessive effettuate agli uffici Best and Fast Change in Italia, con un incremento del 55%. Lo scorso anno la società di cambiavalute ha reso più capillare la propria presenza in Italia con nuove aperture in alcune delle principali città del Belpaese, in particolare Roma con 5 sportelli all'aeroporto di Fiumicino, 2 presso quello di Ciampino e uno in via Ottaviano, a pochi passi dal Colosseo. Oggi Best and Fast Change conta complessivamente 30 sportelli dislocati nei principali aeroporti e città turistiche italiane: Firenze (11), Roma (10), Venezia (6), Milano (1), Bari (1) e Alghero (1). Con l'apertura dei nuovi uffici di cambio valuta, Best and Fast Change ha assunto nel 2017 48 nuovi addetti, principalmente operatori di cassa agli sportelli di Firenze, Venezia e Roma, oltre a 4 inserimenti nella sede amministrativa di Firenze. Best and Fast Change, tra l'altro, è tra le pochissime società di cambio valuta ad avere le certificazioni sistema di gestione Qualità ISO 9001:2015, sistema di gestione Business Continuity ISO 22301:2012, sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro OHSAS 18001:2007, sistema di responsabilità sociale SA 8000:2014.

Best and Fast Change: + 33% di fatturato e impennata delle transazioni

Roma, 26 apr. (AdnKronos) - Best and Fast Change, secondo operatore nel settore del cambio valuta turistico in Italia, nel 2017 ha rafforzato la propria posizione nel contesto europeo con un fatturato di 55 milioni di euro, in crescita del 33% rispetto all'anno precedente. La società fiorentina amministrata da Fabrizio Signorelli sta inoltre espandendo la sua presenza in Spagna: il nuovo sportello inaugurato pochi giorni fa nella centralissima Calle Preciados di Madrid e i quattro uffici che apriranno al pubblico nelle prossime settimane alle Baleari (uno a Minorca e tre a Palma di Maiorca) si affiancano a quelli già attivi nella capitale spagnola, a Siviglia e a Barcellona. In più per il 2019 Best and Fast Change ha in programma l'apertura di 1 altro sportello a Ibiza. Nel 2017 sono state 240 mila le transazioni complessive effettuate agli uffici Best and Fast Change in Italia, con un incremento del 55%. Lo scorso anno la società di cambiavalute ha reso più capillare la propria presenza in Italia con nuove aperture in alcune delle principali città del Belpaese, in particolare Roma con 5 sportelli all'aeroporto di Fiumicino, 2 presso quello di Ciampino e uno in via Ottaviano, a pochi passi dal Colosseo. Oggi Best and Fast Change conta complessivamente 30 sportelli dislocati nei principali aeroporti e città turistiche italiane: Firenze (11), Roma (10), Venezia (6), Milano (1), Bari (1) e Alghero (1). Con l'apertura dei nuovi uffici di cambio valuta, Best and Fast Change ha assunto nel 2017 48 nuovi addetti, principalmente operatori di cassa agli sportelli di Firenze, Venezia e Roma, oltre a 4 inserimenti nella sede amministrativa di Firenze. Best and Fast Change, tra l'altro, è tra le pochissime società di cambio valuta ad avere le certificazioni sistema di gestione Qualità ISO 9001:2015, sistema di gestione Business Continuity ISO 22301:2012, sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro OHSAS 18001:2007, sistema di responsabilità sociale SA 8000:2014.

Best and Fast Change: + 33% di fatturato e impennata delle transazioni

Roma, 26 apr. (AdnKronos) - Best and Fast Change, secondo operatore nel settore del cambio valuta turistico in Italia, nel 2017 ha rafforzato la propria posizione nel contesto europeo con un fatturato di 55 milioni di euro, in crescita del 33% rispetto all'anno precedente. La società fiorentina amministrata da Fabrizio Signorelli sta inoltre espandendo la sua presenza in Spagna: il nuovo sportello inaugurato pochi giorni fa nella centralissima Calle Preciados di Madrid e i quattro uffici che apriranno al pubblico nelle prossime settimane alle Baleari (uno a Minorca e tre a Palma di Maiorca) si affiancano a quelli già attivi nella capitale spagnola, a Siviglia e a Barcellona. In più per il 2019 Best and Fast Change ha in programma l'apertura di 1 altro sportello a Ibiza. Nel 2017 sono state 240 mila le transazioni complessive effettuate agli uffici Best and Fast Change in Italia, con un incremento del 55%. Lo scorso anno la società di cambiavalute ha reso più capillare la propria presenza in Italia con nuove aperture in alcune delle principali città del Belpaese, in particolare Roma con 5 sportelli all'aeroporto di Fiumicino, 2 presso quello di Ciampino e uno in via Ottaviano, a pochi passi dal Colosseo. Oggi Best and Fast Change conta complessivamente 30 sportelli dislocati nei principali aeroporti e città turistiche italiane: Firenze (11), Roma (10), Venezia (6), Milano (1), Bari (1) e Alghero (1). Con l'apertura dei nuovi uffici di cambio valuta, Best and Fast Change ha assunto nel 2017 48 nuovi addetti, principalmente operatori di cassa agli sportelli di Firenze, Venezia e Roma, oltre a 4 inserimenti nella sede amministrativa di Firenze. Best and Fast Change, tra l'altro, è tra le pochissime società di cambio valuta ad avere le certificazioni sistema di gestione Qualità ISO 9001:2015, sistema di gestione Business Continuity ISO 22301:2012, sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro OHSAS 18001:2007, sistema di responsabilità sociale SA 8000:2014.

La Dia sequestra beni per un valore di 300 mila euro

Gli investigatori della DIA di Catania, su delega della Procura della Repubblica diretta dal dott. Carmelo Zuccaro, hanno eseguito un decreto di sequestro, emesso...