18.6 C
catania
martedì 21 novembre 2017

Economia

Home Adnkronos Economia

Miccio (Invitalia): “Lavoriamo su competenze per far crescere imprese innovative”

Fiuggi, 21 nov. (Labitalia) - "Siamo partiti da una sfida, che è quella che il Mibact ha chiesto a Invitalia di realizzare, ossia di far crescere un'imprenditoria turistica innovativa. L'obiettivo che ci siamo posti è quello di lavorare sulle competenze". Così Andrea Miccio, responsabile Area Imprenditorialità di Invitalia, ha spiegato a Labitalia le finalità dell'iniziativa, giunta alla quarta e ultima tappa, promossa insieme al Mibact nell'ambito del programma FactorYimpresaTurismo. Al centro di questo quarto Accelerathon, che vede per due giorni riuniti a Fiuggi startupper e aspiranti imprenditori, le idee di business innovative per il settore del turismo termale. ?La nostra esperienza, infatti, è che le idee di impresa non mancano, mentre molto spesso quello che manca - ha osservato - è la capacità manageriale di tradurle in impresa?. ?Gli Accelerathon rispondono esattamente a questo e cioè -ha ribadito- a un'esigenza di lavorare sulle competenze per trasferire a chi vuole fare impresa quel know how che è necessario avere per poter poi trasformare quelle idee di impresa in iniziative imprenditoriali?. ?Siamo al quarto Accelerathon per il 2017, che era esattamente il traguardo che ci eravamo prefissati all'inizio dell'anno. La risposta è stata molto buona perché le quattro call che abbiamo lanciato complessivamente hanno ricevuto più di 400 richieste di partecipazione?, ha detto Miccio. ?Questo conferma che le idee imprenditoriali ci sono e, dunque, che l'esigenza è proprio quella di lavorare sulle competenze manageriali e tecniche?, ha sottolineato il responsabile Area Imprenditorialità di Invitalia. ?I buoni risultati hanno convinto il Mibact a proseguire anche nel 2018 con questa iniziativa, e proseguiremo sicuramente - ha annunciato - con l'obiettivo di ripetere questo tipo di esperienza. Dobbiamo ancora individuare insieme al Mibact i settori tematici, che stavolta probabilmente saranno più specifici rispetto a quelli che abbiamo avuto nel 2017?.

‘Testa o croce’: è polemica sul sorteggio Ema

Bruxelles, 21 nov. (AdnKronos) - Le decisioni sulle nuove sedi dell'Ema e dell'Eba "sono state prese dai ministri" degli Stati membri, "secondo un sistema proposto e adottato all'unanimità" dai 27 Paesi dell'Ue, esclusa la Gran Bretagna. Così il portavoce capo della Commissione europea Margaritis Schinas, in conferenza stampa a Bruxelles, replica alle obiezioni rivolte alla procedura con cui si è arrivati alla decisione sul trasloco delle due agenzie. L'intervento di Schinas arriva all'indomani dell'assegnazione della sede Ema ad Amsterdam, avvenuta in seguito a un sorteggio come previsto dalla procedura, in caso di parità al terzo turno. E' proprio la decisione di affidare alla 'sorte' una decisione del genere ad aver sollevato non poche polemiche. "Siamo molto amareggiati per questo epilogo", ha detto il ministro della salute Beatrice Lorenzin, augurandosi che "mai più un'agenzia venga assegnata con sorteggio, come aveva chiesto l'Italia, per motivazioni tecniche e chiare a tutti". "Si può accettare di perdere una competizione, ma è incredibile che sia con queste modalità", ha poi aggiunto. Le regole per l'assegnazione dell'Ema "le conoscevamo, ma secondo me chi ha fatto quelle regole quel giorno aveva bevuto troppe birre", ha detto Pier Luigi Bersani. "Persino nel calcio si va ai rigori e si fanno tanti rigori finché uno vince, quindi quando arrivi a un pareggio prenditi qualche giorno di tempo e continua a lottare finché qualcuno rimedita sulla sua opinione, sulla sua scelta. Non è che puoi affidare ai bussolotti una scelta di questo genere, perché stiamo parlando di una roba seria", ha osservato l'ex segretario del Pd. "I 'mercanteggiamenti' a porte chiuse tra Governi nazionali e i sorteggi non possono essere dei sistemi accettabili per un'Unione europea che voglia conquistare la fiducia dei cittadini". E' questo il senso del messaggio contenuto nella lettera, con la richiesta di un radicale cambiamento delle regole, inviata oggi dagli eurodeputati Pd ai vertici comunitari - il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, il presidente del Consiglio Donald Tusk e il presidente del Parlamento Antonio Tajani. "Bisogna saper perdere? Se le regole sono giuste e la partita corretta. Qui c'è stata una scorrettezza anzi, un'incapacità dell'Europa di assumersi le sue responsabilità", dice Roberto Maroni, presidente di Regione Lombardia. "Sarebbe stato - continua - opportuno fare i calci di rigore, convocare Milano e Amsterdam al tavolo di Bruxelles, fare illustrare i due dossier e dopo Europa avrebbe dovuto assumersi le sue responsabilità. Sono sicuro che in un confronto fra i due dossier avremmo vinto". 

Manovra, bollette e uscita da scuola senza adulti a rischio

Roma, 21 nov. (AdnKronos) - Dalle disposizioni in materia di uscita di scuola per gli studenti under 14, all'estensione degli sconti fiscali per gli affitti pagati dalle famiglie degli studenti fuori sede, passando per la rateizzazione delle bollette di luce e gas. Le novità inserite da palazzo Madama al decreto legge collegato alla manovra sollevano dubbi da parte tecnici del servizio studi di Camera e Senato, che hanno esaminato gli oltre 60 articoli del provvedimento. L'articolo introdotto per consentire agli alunni di poter lasciare i locali scolastici, senza la presenza di un adulto, preoccupa perché si introduce una ''disciplina speciale rispetto a ogni altro ambito per il quale operano gli obblighi di sorveglianza''. ''Per quanto riguarda la valutazione del grado di autonomia del minore e della specifica pericolosità del contesto -si legge nel dossier- occorrerebbe valutare la portata dal punto di vista penale'' Passando alla norma che blocca proroga la sospensione del pagamento delle bollette, secondo i tecnici, ''andrebbe valutata l'opportunità di chiarire l'ambito di applicazione della norma sulla rateizzazione delle fatture'' di luce, acqua e gas per i comuni colpiti dagli ultimi eventi sismici. Il riferimento alla normativa vigente, infatti, ''appare generico, disciplinando diverse fattispecie di sospensione di termini''. Perplessità vengono sollevate anche rispetto alla modifica introdotta al Senato, che estende la platea degli studenti universitari che può beneficiare degli sconti sugli affitti. La relazione tecnica che accompagna il maxiemendamento, si legge nel dossier, ''sembra far intendere che, limitata ai due periodi d'imposta indicati, dovrebbe essere solo l'estensione dell'agevolazione''.

Enel: Starace, piano mostra crescita stabile e solida del dividendo

Londra, 21 nov. (AdnKronos) - "Questo piano mostra una crescita stabile e solida del dividendo, con un trend sostenibile nei prossimi anni". Ad affermarlo, nel corso della presentazione del piano strategico 2018-20 di Enel, è l'ad Francesco Starace. "Abbiamo registrato buoni risultati, più sostenibili ed efficienti. Abbiamo aumentato la nostra redditività e rispettato gli obiettivi previsti", sottolinea Starace. La trasformazione del settore, aggiunge, "offre nuove opportunità e siamo in buona posizione per sfruttarle". Insomma, rileva, "siamo fiduciosi sul fatto che Enel continuerà a crescere. Siamo motivati".

Vino: Confagricolura Veneto, ancora una volta Report demonizza il Prosecco

Venezia, 21 nov. (AdnKronos) - A distanza di un anno la trasmissione Report torna con una trasmissione dedicata al Prosecco e lo fa nuovamente demonizzando i produttori e il loro lavoro. Dispiace che anche stavolta si sia cercato in tutto il servizio di mettere in cattiva luce il Prosecco?, sottolinea Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto e Treviso, ?nonostante il lavoro e gli sforzi che da parte di tutti si stanno facendo per arrivare a una sostenibilità ambientale. Molte sono le cose che stanno cambiando: dalle normative più rigide che stanno imponendo le amministrazioni comunali, come le distanze minime tra i vigneti e le case, ai codici di autoregolamentazione varati dai Consorzi di tutela, che hanno portato anche al divieto di Glifosate, Mancozeb e Folpet a partire dalla campagna vitivinicola 2018. Che tutto questo non venga colto dalla trasmissione di Rai 3 è un vero peccato?. Anche le associazioni di categoria - ricorda Giustiniani - stanno facendo la loro parte: ?Confagricoltura Treviso ha finanziato il primo progetto per realizzare una varietà Glera resistente, frutto di una convenzione con il centro di ricerca Crea.Ve di Conegliano, che consentirà di arrivare a un abbattimento fino al 70 per cento di trattamenti. Il progetto vede coinvolte 17 tra le maggiori cantine della terra del Prosecco con l'obiettivo di ottenere nuove varietà resistenti e di andare incontro alle esigenze del consumatore e del cittadino, che chiede una vitivinicoltura attenta alla tutela degli ecosistemi e delle risorse naturali. È uno sforzo economico importante, da parte di tutti, che testimonia la nostra attenzione per il territorio e la volontà di arrivare a un Prosecco biosostenibile?. Giustiniani sottolinea infine come la polemica sul nome Prosecco, rilanciata per il secondo anno da Report, sia "sterile e poco attinente alla realtà: Il Prosecco è nato qui, su queste colline, e il suo successo è dovuto al lavoro dei nostri vitivinicoltori, che hanno saputo esaltarne la qualità, facendolo diventare un brand di successo?.

Artigianato: moda home e creatività all’Artigiano in Fiera genialità imprese

Milano, 21 nov. (Adnkronos/Labitalia) - L'Artigiano in Fiera si conferma, ancora una volta, come la più grande vetrina della genialità e originalità delle micro e piccole imprese artigiane, dall'Italia e dal mondo. Sempre nel segno del claim 2017 'Artigiani creatori di bellezza e bontà' - tra le aree speciali della prossima edizione, che si terrà a Fieramilano (Rho-Pero) dal 2 all'10 dicembre, i visitatori potranno visitare i saloni Moda & Design, Abitare la Casa, Salone della Creatività e Bridal show, che debutta in fiera. Nell'area Moda & Design (pad. 4), per nove giorni, saranno protagoniste l'intraprendenza e l'entusiasmo dei giovani. I visitatori potranno scoprire la qualità dell'arte sartoriale e incontrare i talenti emergenti che, recuperando la tradizione artigiana, realizzano prodotti innovativi legati al design e al complemento d'arredo. Nella capitale della moda, L'Artigiano in Fiera rappresenta un palcoscenico per le start up di un settore che difficilmente trova spazi adeguati al confronto diretto con il pubblico: realtà locali ma dall'anima internazionale. Moda & Design si confermerà come uno spazio giovane e dinamico: qui i look dei giovani stilisti calcheranno la passerella, anticipando le tendenze della prossima stagione. Gli studenti del corso di moda dell'Istituto di Istruzione Superiore di Inveruno, diretti da Stefano Carbone, saranno ancora protagonisti dei défilé. Abitare la casa?(pad. 4) è lo spazio dedicato all'arredamento artigianale di qualità. L'economia del mobile, in Italia, coinvolge ben 79mila aziende che impiegano più di 320mila addetti e danno vita a un giro d'affari che, lo scorso anno, ha toccato i 41 miliardi di euro. Bastano questi pochi dati per fotografare la centralità di un comparto dinamico e apprezzato nel mondo. Una costola significativa di questo mondo, quella dell'arredo artigianale di qualità, sarà presente, anche quest'anno, all'interno del salone di Artigiano in Fiera. Ampio risalto sarà dedicato alle migliori soluzioni abitative con proposte di arredo su misura realizzate in modo ecosostenibile, come accade spesso agli artigiani più attenti delle grandi realtà industriali alla cura e all'origine delle materie prime. Tra le novità dell'anno un nuovo grande progetto: Artimondo Home Collection. Si tratta di una collezione dedicata alla casa innovativa, high tech capace di coniugare comfort, funzionalità e estetica. Un luogo in cui lo stile italiano incontra le tendenze cosmopolite dell'abitare contemporaneo con un'attenzione particolare all'artigianalità e alla qualità dei materiali. All'interno di Artimondo Home Collection, un'esposizione del mobile di qualità innovativo, che arricchisce gli ambienti domestici e genera benefici alla salute. Sempre ne padiglione 4, debutterà in fiera il Bridal Show Milano, una vetrina che riunisce in un unico contesto i migliori rappresentanti del mondo wedding e presenta le eccellenze per gli sposi con le anteprime, le ultime idee e tendenze del mercato. Il salone e i suoi allestimenti, consente all'Espositore di esprimere a 360° la propria creatività. Bridal Show Milano è un'occasione unica per i visitatori per trovare ispirazione su come organizzare il matrimonio perfetto, così come qualsiasi occasione da festeggiare con stile. Nel padiglione 6, infine, andrà in scena il ?Salone della creatività?. Un'area pensata per gli appassionati del fai da te e dell'hobbistica. Un evento nell'evento in cui i visitatori potranno scoprire la creatività a 360 gradi: decoupage, patchwork, quilting, crochet, tricot, ricamo, scrapbooking, tessuti, filati e perline. Sarà, inoltre, possibile mettere in pratica il proprio talento creativo con dimostrazioni del vivo, seguendo il processo produttivo di un oggetto, dalla materia grezza fino al confezionamento. Sono oltre cento, inoltre, i corsi in programma, dove mettersi all'opera con gli esperti del settore.

Taxi: app mytaxi, comprendiamo preoccupazioni tassisti, noi in regola

Milano, 21 nov. (AdnKronos) - Mytaxi, l'app da 10 mln di utenti con cui si prenota e si paga un taxi, "comprende le legittime preoccupazioni dei tassisti che si vedono invasi quotidianamente dall'esercizio di attività abusive". In una nota, l'azienda spiega di essere "da sempre favorevole ad una regolamentazione del settore e delle app, tramite l'istituzione di un Registro dedicato". È condivisibile, dice, "che tutti lavorino nel rispetto delle regole, come da sempre fa mytaxi in 11 paesi europei dove si rivolge esclusivamente a chi è titolato a svolgere il servizio taxi, ovvero oltre 120.000 tassisti con licenza". Nell'ultimo periodo, rileva, "sono tante le polemiche che ruotano attorno alla app mytaxi. Polemiche ingiustificate, dal momento che da sempre la società lavora nel rispetto delle regole del mercato. mytaxi Italia è una srl che paga le tasse e ha creato nuovi posti di lavoro regolari nel nostro paese". L'applicazione "ha riportato tanti clienti a utilizzare nuovamente il servizio taxi, grazie alla qualità del servizio offerto, alla trasparenza e alla semplicità di utilizzo. Risultano, quindi, incomprensibili i motivi che spingono alcuni sindacalisti ad osteggiare lo sviluppo nel mercato delle app, chiedendone addirittura la chiusura, salvaguardando evidentemente interessi di parte e non la qualità e il futuro del lavoro dei tassisti italiani", conclude.

Jannotti Pecci (Federterme): “Puntare su contratto sviluppo per settore termale”

Fiuggi, 21 nov. (Labitalia) - Un contratto di sviluppo per il sistema termale, per rilanciare il settore secondo le specificità e come antidoto anche alla fuga dei cervelli. A lanciare la proposta Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme, in occasione dell'inaugurazione, oggi, a Fiuggi, del quarto Accelerathon nazionale previsto dal programma FactorYimpresaTurismo, promosso da Mibact e Invitalia e dedicato alle idee innovative di impresa nel settore del turismo termale. ?Il sistema termale italiano, anche attraverso il quadro normativo a cui fa riferimento, viene giustamente considerato - ha ricordato a Labitalia - come un sistema unitario a livello nazionale. Per questo, la nostra proposta è quella di elaborare, a livello di istituzioni governative e attraverso Invitalia, una sorta di grande contratto di sviluppo o di programma o accordo di programma quadro, che coinvolga tutto il sistema termale nazionale, naturalmente declinandolo sul versante delle intensità degli aiuti in maniera differenziata a seconda delle aree geografiche di appartenenza?. ?Se si riuscisse a fare una cosa del genere, e peraltro Federterme con Invitalia ha un rapporto consolidato, sicuramente daremmo una risposta sistemica: dimostreremmo che anche in Italia siamo in grado di fare squadra?, ha sottolineato. Jannotti Pecci ha poi affermato che ?il tema di oggi è centrale: il sistema termale rappresenta una grande opportunità per il paese ma necessita di quella linfa nuova che i giovani possono dare?. ?Per questo - ha proseguito - vedo molto positivamente questa iniziativa e il fatto che proprio i giovani guardino al nostro settore con interesse e fiducia. Un settore che può aiutare a frenare la fuga dei cervelli?. ?Come in tutti i settori - ha spiegato il presidente di Federterme - anche nel termalismo l'innovazione è fondamentale, anzi lo è ancora di più perché valorizzare le idee è importantissimo in un comparto in cui la tradizione è uno dei pilastri. Innovare nel nostro mondo vuol dire innovare nel campo delle tecnologie pure, oltre che sul versante delle idee, ma anche valorizzare il ruolo della ricerca scientifica?. ?In questo senso, l'iniziativa di questi due giorni va nella direzione giusta: utilizzare e valorizzare i giovani, che per definizione hanno una vivacità intellettuale e una capacità di partorire idee innovative sicuramente maggiore di chi è seduto sugli allori e guarda più al passato che al futuro, è una grande sfida alla quale Federterme vuole dare il suo contributo?, ha concluso.

Tapinassi (Mibact): “Iniezione fiducia per innovare settore termale”

Fiuggi, 21 nov. (Labitalia) - ?Abbiamo voluto dare attenzione, con Invitalia, a un settore che riteniamo tra i più strategici del paese, quale quello del turismo termale. Il modello legato alla sussidiarietà rispetto al sistema sanitario nazionale da solo non regge più al cambiamento naturale della domanda. Anche in questo settore, quindi, si gioca la sfida più grande per il paese che è quella dell'innovazione?. Ad affermarlo, a Labitalia, Francesco Tapinassi, dirigente per le Politiche del turismo della direzione generale Turismo del ministero dei Beni culturali, in occasione del quarto Accelerathon previsto dal programma FactorYimpresaTurismo promosso da Mibact e Invitalia e dedicato alle idee innovative di impresa nel settore del turismo termale, in corso a Fiuggi. ?Con Invitalia, attraverso questo progetto, abbiamo voluto dare un'iniezione di fiducia a chi vuole innovare. E ogni esperienza ci serve anche a migliorare gli strumenti a disposizione?, ha sottolineato. ?Il problema vero non sono le risorse - ha avvertito - ma un faticoso accompagnamento all'innovazione. Per questo, è fondamentale dare un sostegno nella fase di ideazione del modello economico, nel trasferimento di know how, mettendo a disposizione tutor e mentor che aiutano ad affrontare questa fase?. ?La bella idea, infatti, deve essere accompagnata da modelli economici funzionanti, belle presentazioni, e avendo l'idea di cosa accadrà il giorno dopo, qual è lo sviluppo che si ha in mente?, ha aggiunto Tapinassi. ?Con questo progetto - ha ricordato il dirigente del Mibact - abbiamo scelto di concentrarci su quelli che abbiamo chiamato ?prodotti maturi', cioè che esistono da molti anni nel settore turistico, ma che hanno bisogno di innovazione. E la nostra speranza è che siano soprattutto i giovani a farla?. ?Questo contribuirà a migliorare la qualità dell'offerta e dell'esperienza turistica nel nostro paese: occorre, infatti, anche innovare prodotti antichi per fare qualità, e le terme sono al primo posto?, ha concluso.

Ema: Arrighini (Grande Nord), occasione persa che allontana da Europa

Roma, 21 nov. (AdnKronos) - ?Un'occasione persa che allontana Milano dall'Europa. Non ci si può nascondere dietro ad una monetina, ad escludere Milano a vantaggio di Amsterdam è stata l'assenza di peso e azione politica di Maroni e Sala". Così Giulio Arrighini, candidato alla presidenza della Regione Lombardia per il movimento politico Grande Nord, in merito al mancato insediamento dell'agenzia del farmaco nel capoluogo lombardo. "Spicca ancora una volta l'assenza, in alcuni casi anche fisica, della politica lombarda a Bruxelles - prosegue - preferendo, evidentemente, la ricerca di consensi in Sicilia o in altre parti dell'Italia meridionale. Se gli inglesi hanno deciso di abbandonare l'Ue con un referendum, ad escludere Milano dalle grandi capitali europee ci hanno pensato Maroni e Sala".

Smaltiva illegalmente le acque reflue dell’autolavaggio. Denunciata

Ieri mattina i Carabinieri della Stazione di Aci Sant’Antonio, insieme ai colleghi del N.O.E. di Catania, hanno denunciato la titolare  dell’autolavaggio, poiché ritenuta responsabile...