25.6 C
catania
mercoledì 20 giugno 2018

Lidl arriva a Paternò: 14 i nuovi assunti

Lidl, catena di supermercati leader in Italia, recentemente premiata per la quarta volta consecutiva come “Insegna dell’anno”, apre a Paternò, in Corso Italia, un nuovo punto vendita. La cerimonia di inaugurazione, alla presenza del Sindaco Mauro Mangano, si terrà giovedì 19 gennaio alle ore 10:00. 

Il supermercato, che metterà a disposizione un parcheggio con circa 170 posti auto, sarà aperto dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 8:00 alle 21:00 e la domenica dalle 09:00 alle 21:30, per assicurare un servizio estremamente flessibile. Occuperà una superficie di circa 1.400 mq e offrirà alla clientela un’esperienza di acquisto gradevole e funzionale. La struttura Lidl sarà, infatti, caratterizzata da una disposizione delle referenze razionale ed intuitiva, che permetterà al cliente di apprezzarne immediatamente i vantaggi in termini diconvenienza e qualità.

Sugli scaffali del nuovo punto vendita si potranno trovare circa 1.800 prodotti, di cui oltre l’80% Made in Italy, in particolare, la linea Italiamoche propone eccellenze gastronomiche del nostro Paese. L’offerta Lidl comprenderà anche una selezione di prodotti della tradizione siciliana, come salumi, formaggi, sugo di pomodoro ciliegino, diversi tipi di pane e tante altre specialità tipiche. Un reparto panetteria accoglierà i clienti all’entrata e sfornerà tutto il giorno pane, croissant e altre prelibatezze dolci e salate. Inoltre, in occasione dell’inaugurazione Lidl attiverà nel punto vendita di Paternò speciali sconti e promozioni.

La struttura Lidl sarà caratterizzata da ampie vetrate che migliorano la luminosità interna e da un layout ancora più gradevole e funzionale per il cliente, con corsie spaziose e una disposizione dei prodotti visivamente più efficace. Inoltre, in linea con la sempre maggiore attenzione dell’azienda per le tematiche di sostenibilità ambientale, il punto vendita sarà dotato un impianto fotovoltaico da 40 kW.

Questa apertura Lidl ha portato alla creazione di 14 nuovi posti di lavoro che si collocano all’interno di un piano di sviluppo più ampio, annunciato ad inizio anno dall’Azienda, che prevede circa 2.000 nuovi inserimenti in organico per il biennio 2016-2017. Il forte investimento sulle risorse umane, sia in termini di assunzioni che di costante formazione e sviluppo, è valso all’Azienda per il secondo anno consecutivo il riconoscimento di “Best Workplace” conferito dal Great Place to Work Institute. 

Lidl è presente in Italia dal 1992 e ad oggi conta una rete di oltre 570 punti vendita su tutto il territorio nazionale. In Sicilia l’Insegna è presente con oltre 30 punti vendita, di cui 5 aperti proprio negli ultimi mesi: a Catania, Milazzo, Favara, Augusta ed ora anche a Paternò.

Per il quarto anno consecutivo, Lidl Italia è stata confermata come “Miglior Supermercato dell’anno in Italia” e come “Insegna dell’anno Italia” del 2016. Il premio viene assegnato dai clienti che, attraverso un apposito sito (www.insegnadellanno.it), hanno potuto esprimere le loro valutazioni sull’operato di oltre 450 insegne retail suddivise in 27 categorie, dall’abbigliamento all’elettronica, dall’arredamento ai supermercati. Lidl Italia è risultata vincitrice assoluta non solo della categoria di appartenenza, “Supermercati”, ma anche del premio che decreta l’insegna che ha ottenuto le migliori valutazioni sia da un punto di vista quantitativo (numero di voti) che qualitativo (media voti). Si tratta di un record, nessun’altra insegna partecipante aveva finora registrato 4 vittorie consecutive.

Lidl è fortemente presente anche sui social media. Il sito – www.lidl.it – è il più visitato della GDO italiana e la pagina Facebook con oltre 1.900.000 fan, è la più apprezzata del settore.

Aidaa, dateci i due Dogo: ‘siamo pronti a rieducarli seriamente’

“Siamo pronti a predisporre un percorso rieducativo con l’ausilio di veterinari comportamentisti ed educatori cinofili per i due dogo argentini che a Mascalucia in provincia di Catania hanno aggredito e purtroppo ucciso il bambino di 18 mesi – cosi Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- so che ci sono altre associazioni che hanno avanzato la richiesta di poter rieducare i due cani e questo è un fatto positivo e di forte responsabilità delle associazioni animaliste, loro non hanno colpa diretta e per questo non devono essere soppressi”.

Anche l’associazione italiana difesa animali ed ambiente oggi avanzerà un articolata proposta alla ASP veterinaria di Catania e al magistrato che ha in carico i due cani che al momento rimarranno per almeno dieci giorni in osservazione sanitaria presso un canile sanitario privato convenzionato con il comune di Mascalucia. “La nostra sarà una proposta completa- dice Lorenzo Croce- dove indicheremo chi ospiterà il cane ed i medici comportamentisti e gli educatori cinofili che si prenderanno cura dei cani, la nostra intenzione è di portarli via dalla Sicilia e farli rieducare da centri specializzati nel nord Italia anche se ovviamente metteremo a disposizione anche altre soluzioni diciamo locali”.

AIDAA chiede che i cani non vengano soppressi ma rieducati in quanto il problema di fondo di quanto successo non è da ricercare nei cani ma nella loro gestione sbagliata. “Il Codacons- conclude Croce- ha proposto anche l’introduzione del patentino per i possessori di cani di grossa taglia, non siamo contrari a priori ma a patto che non si facciano passare alcune razze come razze pericolose, ad essere pericolosi e stupidi troppo spesso sono i padroni e non certo i cani”.

Testimoni di Geova a rischio in Russia: preoccupazione dalla comunità russa in Sicilia

La dichiarazione dei diritti dell’uomo afferma all’articolo 18: «Ogni individuo ha il diritto alla libertà di pensiero, coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo…»

I rappresentanti stampa dei Testimoni di Geova operanti in Italia evidenziano una questione relativa ai Testimoni di Geova in Russia che si sta sviluppando rapidamente e “rischia –  come riportato in una nota – di avere pesanti ripercussioni su tutta la comunità russa”. “E’ vero, noi siamo chiamati in causa direttamente, ma il problema potrebbe coinvolgere presto anche altri. In ballo c’è la salvaguardia dei diritti umani, – afferma Giuseppe Trifirò portavoce dei Testimoni di Geova di Palermo – in ballo c’è la libertà di espressione, soprattutto la libertà di religione, che tra le grandi libertà di pensiero è la più importante.

Recentemente l’ufficio del procuratore generale della Federazione Russa ha inviato all’organizzazione dei Testimoni di Geova in Russia una lettera formale che annuncia la proscrizione del nostro culto, sebbene in Russia ci siano quasi 180.000 Testimoni di Geova. La lettera minaccia lo scioglimento dell’ente giuridico dei Testimoni di Geova in Russia a meno che i Testimoni di Geova cessino quelle che il governo definisce attività “estremiste”.

“Questo ultimatum  – c’e’ scritto in una nota – ha implicazioni molto estese e preoccupanti. Ingiunzioni del genere, infatti, spesso preludono a una escalation di violazioni di diritti umani verso molti altri cittadini e organizzazioni”. “Lo conferma il fatto che il 20 luglio scorso sia entrata in vigore in Russia una nuova legge che criminalizza qualsiasi individuo o associazione religiosa “diffonda informazioni sulle proprie credenze” senza il permesso del governo. Alcuni considerano questa nuova legge più dannosa per la libertà di espressione e di culto rispetto alle leggi in vigore nell’ex Unione Sovietica. I 1208 cittadini russi che vivono in Sicilia (139 in prov. di Catania) sono preoccupati per quello che sta succedendo in Russia e per i pericoli a cui questi sviluppi espongono i loro familiari e amici che vivono ancora lì”. “Questo articolo  – prosegue la nota – non potrà cambiare nulla di questa assurda situazione che stanno vivendo i Testimoni di Geova russi ma può, tramite il mezzo della condivisione digitale, servire da tam tam che si diffonde in ogni parte del mondo per scuotere le coscienze e difendere il bene di tutti: La libertà di pensiero. Essere liberi, una forza dirompente che non conosce ostacoli. Abbiamo riportato il messaggio in lingua russa per coloro che si trovano in Italia”.

In lingua russa Россия грозит запретить религиозную организацию Свидетелей Иеговы Как сотрудник пресс-службы религиозной организации Свидетелей Иеговы я хотел бы проинформировать Вас о быстро развивающейся ситуации, касающейся Свидетелей Иеговы в России, которая может привести к серьезным последствиям для всей российской общины. Недавно Генеральная прокуратура Российской Федерации отправила нашей организации в России официальное письмо с предупреждением о запрете нашей деятельности, несмотря на то что в России почти 180 000 Свидетелей Иеговы. В письме содержатся угрозы о том, что наше юридическое лицо в России будет ликвидировано, если мы не прекратим

«экстремистскую» деятельность, как её называет государство. Это предупреждение имеет далеко идущие, вызывающие настороженность последствия. Подобный ультиматум обычно является предвестником широкомасштабного нарушения прав человека так же и для других граждан и организаций. Подтверждением этому служит вступивший в силу 20 июля этого года закон, запрещающий какому-либо физическому лицу либо религиозному объединению «распространять информацию о своем вероучении»

без согласия государства. Некоторые считают, что этот закон ещё больше ущемит права граждан в отношении свободы слова и вероисповедания, чем законы, принятые в Советском Союзе. Многие российские граждане, проживающие в этой местности, очень обеспокоены тем, что происходит в их стране, особенно ввиду опасности, которую сложившаяся ситуация представляет для их родных и друзей, живущих в России.

Mirabella Imbaccari: Sorpresi con quasi due kg di marijuana.

I Carabinieri della Stazione di Mirabella Imbaccari hanno arrestato in flagranza Maurizio Sudano, 43enne, Mariarosa Ingala, 43enne, ed una 23enne, tutti del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.Nella tarda mattinata di ieri, una pattuglia, durante un servizio di controllo della circolazione stradale sulla S.P. 216, ha notato, ad una notevole distanza, una Fiat Punto imboccare una strada sferrata che fiancheggia il cimitero comunale.

I militari insospettiti in quanto riconosciuta l’autovettura, in uso alla 23enne già segnalata alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti, hanno seguito il mezzo. Nella circostanza la conducente che non si era accorta della presenza dei Carabinieri ha proseguito tranquillamente.

Quando la Fiat Punto si è fermata i militari si sono appostati, in modo da non essere notati, ed hanno osservato la 23enne, che dopo qualche giro in uno spiazzo, era stata raggiunta dal 43enne. I Carabinieri hanno continuato ad osservare e seguire i movimenti dei predetti notando che l’uomo recuperato uno zaino, nascosto nella vegetazione tra i cespugli, lo ha consegnato alla ragazza, posizionandolo nell’auto sotto il sedile anteriore lato passeggiero, cercando poi di allontanarsi.

A questo punto gli operanti sono intervenuti bloccando l’uomo con la 43enne e la ragazza a bordo della Fiat Punto rinvenendo lo zaino, con 18 involucri, di forma sferica, contenenti complessivamente 1,935 kg di marijuana, che è stata sequestrata.

Gli arrestati sono stati rispettivamente l’uomo associato nel carcere di Caltagirone, mentre le due donne associate nel carcere di Piazza Lanza, come disposto e dell’Autorità Giudiziaria calatina.

Buono Socio Sanitario anno 2016, riaperti i termini 

Gli uffici dell’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Catania rendono noto che le famiglie residenti nei Comuni afferenti il Distretto Socio Sanitario 16 – Comune di Catania, Misterbianco e Motta Santa Anastasia – che sono aperti i termini per la presentazione dell’istanza per la fruizione del Buono Socio Sanitario anno 2016, con scadenza 30 Aprile 2016.

Il Buono si rivolge a famiglie che accolgono anziani di età non inferiore a 69 anni e un giorno, in condizioni di non autosufficienza titolari di invalidità civile al 100% con indennità di accompagnamento debitamente certificata, o disabili gravi (art. 3, comma 3° L. 104/92), purché conviventi e legati da vincoli familiari di parentela, con reddito familiare non superiore a 7.000 euro.

La modulistica necessaria è reperibile nei siti internet dei Comuni di Catania, Misterbianco, Motta S. Anastasia e/o presso le sedi degli Uffici di Servizio Sociale dei Comuni di residenza.

Carabinieri liberi dal servizio arrestano due ladri d’auto.

È accaduto ieri mattina in Via Palermo dove due carabinieri, in servizio al Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale, mentre a bordo dell’auto privata si stavano recando nella sede di servizio per intraprendere il turno di pattuglia, hanno notato quattro persone sospette a bordo di una Fiat Sedici ferma sul ciglio della strada. Scesi immediatamente dall’auto, per identificare gli occupanti dell’autovettura, sono riusciti a bloccarne solo due – mentre gli altri sono riusciti a fuggire – identificandoli per i 60enni, catanesi, Spampinato Gaetano e Pidatella Salvatore. L’auto, risultata oggetto di furto, perpetrato poco prima ad Aci Catena, è stata restituita al legittimo proprietario, mentre i due sono stati arrestati e posti ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima, laddove dovranno difendersi dall’accusa di furto aggravato in concorso.

I Testimoni di Geova danno il via alla nuova serie di congressi

Per i Testimoni di Geova di ogni parte della terra, è già iniziata da alcuni mesi la campagna inviti ai loro congressi di zona 2017. Al termine di questa campagna saranno milioni di persone ad avere ricevuto tale invito.

Nelle 97 comunità della Sicilia Orientale, fervono i preparativi per questa importante attività. I testimoni di Geova delle zone del messinese, infatti, saranno impegnati già da questo fine settimana per consegnare personalmente a tutti gli abitanti della loro zona  l’invito ad assistere al primo (14-16 luglio), dei tre congressi in programma presso il Palasport “PalaCatania”, Corso Indipendenza, Catania. La stessa campagna inviti sarà effettuata, durante le successive settimane, anche dai testimoni di Geova della zona di Catania e di Siracusa a beneficio delle persone che vivono nel loro territorio, visto che il calendario eventi, prevede anche un secondo congresso nel fine settimana del 21-23 luglio ed un terzo in data 28-30 luglio.

A livello mondiale, la serie di congressi, è già iniziata nel mese di maggio e  continuerà per i prossimi mesi fino a includere diverse località dei cinque continenti. Il tema centrale del Congresso è: “Non ti arrendere!”. “In tutto il mondo circa 13 milioni di persone hanno assistito ai congressi dello scorso anno”, afferma David Semonian, portavoce dei Testimoni di Geova presso la loro sede mondiale a Warwick, nello stato di New York. “Speriamo che quest’anno assistano ancora più persone”.

Ciascun congresso, dalla durata di tre giorni (venerdì, sabato e domenica), prevede il susseguirsi di 52 interventi, tra discorsi, interviste e brevi video. Inoltre ogni pomeriggio verrà mostrata una parte del film in tre puntate intitolato Ricordate la moglie di Lot. Altri momenti clou del congresso saranno l’immancabile cerimonia del battesimo il sabato mattina e il discorso pubblico della domenica mattina dal tema: “Non perdere mai la speranza!”.                                       “I problemi della vita possono privarci della pace e alcuni potrebbero addirittura pensare di arrendersi”, dice Semonian. “Il congresso di quest’anno sarà utile a Testimoni e non Testimoni perché li aiuterà non solo a continuare a resistere ma anche ad affrontare con successo le difficoltà”.

Per ciascun giorno di congresso, la sessione mattutina inizierà alle ore 09.20. La sessione pomeridiana si concluderà alle ore 16.50. La domenica, il programma prevede la fine dell’evento alle ore 15.30. L’ingresso è gratuito. I congressi dei Testimoni di Geova sono sostenuti interamente tramite offerte volontarie.

Ad assistere al programma di istruzione biblica, si calcola che al Palasport “PalaCatania”, per i tre congressi in calendario, ci saranno ogni giorno circa 4.000 persone.  In Italia, nel 2017 sono in programma 74 congressi di zona, in 18 città e in 14 lingue. In tutto il mondo i Testimoni di Geova sono più di 8.000.000, organizzati in oltre 119.000 congregazioni.

Su jw.org, il sito ufficiale dei Testimoni, sono indicati i luoghi e le date in cui si terranno tutti i congressi nel mondo e un breve video dello stesso.

Link correlati: Congresso dei Testimoni di Geova del 2017 http://www.jw.org/it/testimoni-di-geova/congressi/

Nella cornice del Teatro Antico il Festival “Le Terre del Sole”

Si svolgerà dal 24 al 28 giugno con inizio alle 21:30 a Taormina nella impareggiabile cornice del Teatro Antico il Festival “Le Terre del Sole”, un festival itinerante che parte da Efeso e si sviluppa in tutto il Mediterraneo arrivando alla terra di Sicilia e a Taormina. Ideato con la sovrintendenza musicale del pianista siciliano Gianfranco Pappalardo Fiumara e la direzione artistica del noto baritono Alberto Gazale, Le Terre del Sole nella sezione taorminese si articolerà in cinque giornate di imperdibili eventi con alcuni tra i più importanti nomi del panorama musicale e artistico internazionale.
Una Prima Mondiale Assoluta nell’importante kermesse, il 25 e 26 giugno alle 21:30 con Cavalleria Rusticana di Luis Bacalov che trasmette gli antefatti dei giovani protagonisti che si ritrovano adulti nella Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Una idea nuova, una prima mai rappresentata scritta nella sua prima parte interamente da Luis Bacalov che la dirigerà per la prima volta al Teatro Greco di Taormina, che prosegue, poi, nella seconda parte con la nota opera di Mascagni e che si preannuncia già come un evento imperdibile che sta facendo registrare un numero molto importante di richieste di informazioni ai canali del festival sui social network. L’inaugurazione della rassegna, il 24 giugno alle 21:30, vedrà giungere sul palcoscenico di Taormina la grande danza con il celebre ballerino GIUSEPPE PICONE che interpreterà per il pubblico siciliano e internazionale taorminese il Bolero di Maurice Ravel. Una rappresentazione piena di colori ed orgiastica, con proiezioni, danza, fuoco sarà, il 27 giugno sempre alle 21:30, quella di una partitura complessa, ricca ed emozionante come i CARMINA BURANA di Carl Orff, un appuntamento ormai irrinunciabile per il Teatro Antico ma che quest’anno si arricchisce di una rappresentazione scenica mai realizzata prima a Taormina. Gran finale il 28 giugno con una delle più interessanti e particolari voci della musica italiana e internazionale, LARA FABIAN, che si produrrà in un magnifico concerto che chiuderà la rassegna che si propone come un vero e proprio festival di eventi assortiti tra opera, danza, lirica, pop con il comune denominatore che è ispiratrice dei fondatori della kermesse: la musica!
Protagonisti nelle varie serate: LUIS BACALOV, ELENA LO FORTE, ENRICO STINCHELLI, ALBERTO GAZALE, GIUSEPPE PICONE, con la partecipazione nel film Cavalleria Rusticana con musiche di Luis Bacalov di SIMONA MARCHINI, il tenore ROBERTO CRESCA, il baritono MARCELLO LIPPI, il celebre direttore d’orchestra MASSIMILIANO STEFANELLI, il tenore DANIELE ZANFARDINO, il soprano GINEVRA GENTILE, il regista LINO PRIVITERA, il Maestro del Coro FRANCESCO COSTA, MASSIMILIANO SILVESTRI, SILVANA FROLI, il coreografo CLAUDIO MANTEGNA.
Straordinaria anche la composizione dei complessi artistici che accompagneranno le rappresentazioni: L’Orchestra sarà quella del Festival Le Terre del Sole, il coro sarà il celebre Coro Lirico Siciliano diretto da Francesco Costa, il Coro di Bimbi sarà il pluripremiato I Piccoli Cantori diretto da Salvina Miano, il Corpo di Ballo per i Carmina Burana sarà quello della Blueverse Dance Company diretta da Claudio Mantegna, assistente coreografo Andrea Mazzurco.
Le Terre del Sole si svolge con la partnership di: Comune di Taormina, Presidenza della Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Assessorato ai Beni Culturali, Cantine Benanti, Azienda Faro.

Docenti scuola infanzia: Berretta (PD), “Necessario trovare soluzione”

Giuseppe Beretta

“E’ necessario e urgente trovare una soluzione alla drammatica situazione che coinvolge circa 1500 docenti italiani della Scuola dell’infanzia, un migliaio dei quali siciliani, iscritti nella graduatoria di merito del 2012”. A sollevare la questione ancora una volta è il deputato catanese del Partito Democratico Giuseppe Berretta, che assieme alle parlamentari campane Camilla Sgambato e Assunta Tartaglione si è fatto promotore di una lettera inviata – tra gli altri – al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e al sottosegretario Davide Faraone.

“Abbiamo lavorato affinché i docenti della Graduatoria di merito 2012 Infanzia venissero assunti – spiega Berretta – Invece i posti disponibili per le assunzioni sono stati assorbiti dalla mobilità straordinaria, lasciando solo 32 posti in Campania e 22 in Sicilia, le due Regioni con un maggior numero di candidati: 872 i candidati siciliani, 522 quelli della Campania”.

“Con questi numeri e con il limite massimo che è stato stabilito del 15% dei posti da assegnare nella procedura nazionale, rischieremmo che molti docenti rimangano senza lavoro”.

Nella lettera pertanto, i deputati nazionali del Partito Democratico chiedono “una soluzione immediata per questi docenti di tutto il territorio nazionale ed in particolare di Campania, Sicilia e Calabria”. “Sollevata la questione, ormai chiara, della difficoltà di far rientrare nella percentuale accantonata del 15% tutti i candidati che abbiano fatto richiesta di assunzione – scrivono Sgambato, Tartaglione, Berretta e la deputazione del Pd della Campania – auspichiamo venga prioritariamente cercata e trovata una soluzione e che nel frattempo, se necessario, vengano procrastinati i tempi di attuazione del piano nazionale”.

Frontex, oggi l’inaugurazione della sede Siciliana

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, oggi, sarà in Prefettura a Catania per un incontro bilaterale con il commissario europeo per la Migrazione, Dimitris Avramopoulos sui temi relativi alla migrazione e all’asilo, alla riforma del Regolamento di Dublino, alla Guardia costiera e di Frontiera europea e al Migration Compact. Alle 15, il ministro Alfano interverrà, insieme al commissario Avramopoulos e al direttore di Frontex, Fabrice Leggeri, all’inaugurazione della nuova sede della Task force regionale europea per la gestione dei migranti (Eurtf).

Oggi, in occasione dell’inaugurazione nell’ex Monastero Santa Chiara delle nuove sedi della Task force regionale europea per la gestione dei migranti (Eurtf), alla presenza del sindaco Enzo Bianco, del commissario europeo per l’Immigrazione, Dimitris Avramopoulos, del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, del direttore dell’agenzia Frontex Fabrice Leggeri e dell’eurodeputato Giovanni La Via, presidente Presidente della Commissione Ambiente, Sanitá Pubblica e Sicurezza alimentare, nell’area saranno adottate alcune misure straordinarie di viabilità.

Dalle 8 e fino al termine della manifestazione, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione delle auto ferme su tutti i lati delle vie Naumachia (tra via Castello Ursino e via Santa Chiara), Transito; Castello Ursino e delle piazzea Federico Di Svevia e Maravigna.

Dalle 14, poi, nessun veicolo (eccetto mezzi di soccorso, Forze dell’Ordine e autorizzati) potrà passare dalle vie Naumachia (tra via Castello Ursino e via Santa Chiara), Transito; Castello Ursino e dalle piazze Federico Di Svevia e Maravigna.

Eni con l’Italia, sempre

Tutto il sostegno di Eni per la Nazionale nel nuovo spot, on air e online “150 grammi. Il peso della leggerezza che, se l’hai portato,...