18.6 C
catania
martedì 21 novembre 2017

Flash

Home Flash

Neonatologia, venerdì la “Giornata del neonato prematuro”

L’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro aderisce alla “Giornata internazionale del neonato pretermine” di venerdì 17 novembre. L’obiettivo dell’iniziativa, celebrata a livello mondiale, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi connessi alla nascita in epoca prematura e promuovere una cultura attenta al bambino e alla famiglia.

I nati pretermine, cioè prima della 37ma settimana di gestazione, sono in Italia 32 mila ogni anno (pari al 6,7% dei 474.000 nati) e affrontano notevoli problematiche legate all’anticipo della nascita, tanto più impegnative quanto prima sono venuti alla luce. La Neonatologia dell’ospedale Cannizzaro, attiva nell’ambito del Dipartimento materno-infantile dove opera la Ginecologia specializzata in gravidanze a rischio, accoglie ogni anno circa 500 neonati (fra i 1.400 nati), di cui oltre la metà prematuri.

Per celebrare la Giornata del neonato pretermine, la Neonatologia del Cannizzaro, con il coordinamento del direttore facente funzione dott. Pietro D’Amico, allargherà la possibilità di visite anche ai nonni, che potranno andare a trovare i nipotini ricoverati dalle 16.30 alle 18. Inoltre, in collaborazione con le altre UU.OO. cittadine, è stata promossa un’iniziativa di “color mapping”, per la quale la sera di venerdì saranno illuminati di viola il Palazzo di Città di Acireale e un monumento di Catania.

Il 17 novembre appuntamento a Catania con Influ-day 2017

Venerdì 17 novembre, alle ore 10.00 presso il PTA di Librino-San Giorgio, l’Asp Catania e le tre Aziende Ospedaliere della Città – “Garibaldi”, “Cannizzaro”, “Policlinico-Vittorio Emanuele” – celebrano l’Influ-day 2017.

La giornata è promossa, sul territorio regionale, dall’Assessorato alla Salute, nell’ambito della Campagna antinfluenzale 2017-18, con l’obiettivo di sensibilizzazione l’opinione pubblica sul valore della prevenzione vaccinale antinfluenzale, con la finalità di incrementare le relative coperture.

Saranno presenti i vertici delle quattro Aziende sanitarie di Catania, il sindaco della Città, Enzo Bianco, i direttori delle Unità Operative e dei Servizi interessati e coinvolti, i rappresentanti dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta e gli operatori sanitari.

La vaccinazione antinfluenzale è un’opportunità per prevenire le forme gravi e complicate di influenza e ridurre la mortalità prematura nelle fasce più fragili della popolazione.

La campagna si rivolge agli anziani sopra i 64 anni e a tutti i cittadini che, ancorché più giovani, sono affetti da patologie che li rendono più “fragili” (diabete, cardiopatie, broncopatie, malattie oncologiche, disturbi del sistema immunitario).

Particolare attenzione è rivolta alle donne in gravidanza.

La vaccinazione è, inoltre, raccomandata a tutti i cittadini che svolgono ruoli chiave nel sistema organizzativo e nel sistema sanitario.

Ittica: Intensificazione dell’attivita’ della Guardia di Finanza catanese

Nel corso di 5 interventi eseguiti nel mese di ottobre nei luoghi di vendita del pescato, i militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Catania hanno proceduto al sequestro di 185 kg di pesce spada novello, “Xiphias Gladius”.

L’azione di servizio delle fiamme gialle, svolta in applicazione delle norme che disciplinano la materia, mira a tutelare il patrimonio ittico nazionale, oltre che la libera concorrenza e la regolarità dei commerci ed ha consentito di rinvenire nei mercati rionali dell’area etnea, pronta per la vendita, la menzionata specie ittica, particolarmente tutelata dalle discipline sui piani di ricostituzione.

Gli esemplari sequestrati, sottoposti a visita sanitaria da parte delle competenti autorità dell’A.S.P. di Catania, sono stati giudicati idonei al consumo alimentare umano nella maggior parte dei casi e, pertanto, ceduti ad associazioni caritatevoli.

Inoltre, le violazioni hanno dato luogo a contestazioni amministrative per un totale di euro 50.000.

Prevenzione, corso per imparare a salvare i bambini dal soffocamento

Cosa fare nel caso in cui un bambino o un lattante dovesse rischiare di soffocare a causa di un corpo estraneo, come giocattoli o alimenti? Lo spiega la Società di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (SIMEUP) con “Una manovra per la vita”, giornata di prevenzione in programma in tutta Italia domenica prossima, 15 ottobre. A Catania, l’attività si svolgerà al centro commerciale Katanè (presso l’area di ristoro), dalle ore 9 alle 20, ed è organizzata da SIMEUP Sicilia, di cui è presidente la dott.ssa Antonella Di Stefano (direttore dell’UOC di Pediatria dell’Azienda ospedaliera per l’emergenza Cannizzaro), in collaborazione con Coop Alleanza 3.0, Tecnici del Soccorso e le Misericordie di Gravina di Catania e di Librino.

Nel corso della giornata, medici, infermieri e istruttori certificati spiegheranno e dimostreranno, anche attraverso l’uso di un manichino, come praticare le manovre di disostruzione delle vie aeree ed evitare così il soffocamento dei bambini e dei lattanti, una tra le più frequenti cause di morte per incidente in età pediatrica. In questi casi, infatti, un intervento tempestivo e appropriato può essere decisivo per la vita. L’appuntamento è rivolto principalmente a genitori, nonni, insegnanti, baby sitter e agli stessi bambini; la partecipazione è gratuita e aperta a tutti.

L’iniziativa a Catania è promossa dal Centro di Riferimento regionale per la formazione in emergenza della SIMEUP, coordinato dal dott. Francesco Di Pietro, responsabile del Pronto Soccorso Pediatrico dell’Azienda ospedaliera per l’emergenza Cannizzaro, facente parte dell’UOC di Pediatria.

Campagna di informazione dei Testimoni di Geova

“I disastri possono colpire chiunque, e prepararsi a un possibile disastro è il fattore chiave per sopravvivere. Ma cosa potete fare in pratica per prepararvi?”

Comincia così lo speciale numero di Svegliatevi! n.5 che nel mese  di Ottobre i Testimoni di Geova di tutto il mondo stanno distribuendo in un’estesa campagna informativa. Il tema del numero 5 di Svegliatevi! in questione è: Disastri e calamità. Cosa fare prima, durante e dopo.

“I recenti avvenimenti di cronaca – ha dichiarato Giuseppe Scuderi portavoce locale –  hanno reso evidente come l’Italia sia un paese ad alto rischio di calamità naturali, come alluvioni, terremoti, incendi, trombe d’aria, eruzioni vulcaniche e altro. Purtroppo, negli ultimi anni è aumentata l’incidenza di alcuni di questi eventi calamitosi causando morte e ingenti perdite economiche. Per questa ragione i Testimoni di Geova credono che gli articoli contenuti in Svegliatevi! n. 5 saranno molto apprezzati dalla comunità. Indicazioni di tipo pratico di questo genere hanno già salvato vite umane.”

“Il periodico – continua Scuderi – ha unito in un articolo di facile consultazione, i suggerimenti di esperti e fonti competenti su come affrontare una calamità. Presenta infatti alcuni consigli che possono aiutare a prepararsi per un disastro o una calamità naturale indicando cosa fare prima, essendo ben preparati; durante, evitando inutili perdite di tempo e dopo un disastro, rimanendo in un posto sicuro.”

Le organizzazioni che si occupano di gestione delle emergenze incoraggiano le famiglie a fare delle scorte e ricontrollarle tutti gli anni. Ovviamente le necessità sono diverse a seconda del luogo e delle circostanze, quindi bisogna sempre tenersi informati presso gli enti che si occupano delle emergenze nella vostra zona su quali precauzioni prendere.

A tal proposito a pagina 7 della rivista è presente un utile riquadro dal tema: Avete un kit di emergenza? che indica alcuni oggetti che, in base alle necessità e al posto dove si vive, potrebbero essere inseriti in uno zaino o in un borsone, pronto e accessibile in caso di emergenza.

Con questa iniziativa quindi, i testimoni di Geova vogliono dare un contributo alla comunità per accrescere la consapevolezza su cosa si può fare per prepararsi a gestire una situazione di emergenza.

E’ possibile scaricare gratuitamente la rivista sul sito ufficiale www.jw.org in diversi formati per download compreso il braille per non vedenti, oppure chiedere una copia direttamente ai Testimoni di Geova della vostra zona. Una copia gratuita è presente anche presso gli espositori  mobili presenti nelle aree pubbliche della vostra città.

La rivista Svegliatevi! si pubblica in 118 lingue e ha una tiratura di oltre 60 milioni di copie. Viene distribuita nell’ambito di un opera mondiale di istruzione biblica sostenuta mediante contribuzioni volontarie. Ci auguriamo  che molte persone possono trarre beneficio dai consigli pratici contenuti in questo numero speciale. Vivere informati è un dovere di tutti.

Intervento di pulizia e restyling in via Pacini

Via Pacini diventerà un vero e proprio salotto. Lo garantisce l’assessore al Decoro Urbano, Salvo Di Salvo, dopo l’intervento di manutenzione e restyling che i suoi tecnici ed operai stanno mettendo in atto in questi giorni. Lavori sollecitati da commercianti e residenti e per i quali il sindaco Enzo Bianco ha dato precise direttive. Quindi pulizia, manutenzione, posa di panchine, collocazione di fioriere in una delle storiche vie cittadine. Un intervento che si collega a quelli in atto nelle limitrofe via Gemmellaro e piazza Sciuti, e che sarà ultimato entro questa settimana.

Asta la danza, foto d’autore a sostegno della giovane danza il ricavato per delle borse di studio per il MoDem

Appuntamento speciale con il pubblico della danza a Catania. Domenica 15 ottobre ore 18.30 si svolgerà Asta la danza, foto d’autore a sostegno della giovane danza, il primo dei tanti incontri pensati per il pubblico. Giornate a loro dedicate in cui sentirsi “ACASA” a Scenario Pubblico.

Durante la serata Asta la danza, foto d’autore a sostegno della giovane danza, sarà possibile acquistare una delle opere fotografiche che in questi anni hanno impreziosito il foyer di Scenario Pubblico. Non solo foto, ma veri e propri quadri d’autore dedicati alla danza, opere artistiche che da una parte vogliono arricchire la parete su cui si poseranno, dall’altra, come suggerisce il nome stesso, vorrebbero contribuire al sostegno della giovane danza: il ricavato andrà a coprire delle borse di studio per il MoDem, percorso intensivo per danzatori professionisti o semi professionisti provenienti da diverse parti del mondo, sul linguaggio di Roberto Zappalà e della Compagnia Zappalà Danza.

Gli scatti all’asta, riproduzioni su pannello cartonato, fanno parte di due differenti progetti fotografici: “I killed my dinner with karate” (2010) della fotografa tedesca Franziska Strauss e “Io sono mia madre” (2015) del coreografo Giuseppe Muscarello. Del progetto di Franziska Strauss all’asta 10 foto in cui la fotografa ha ritratto 4 compagnie newyorkesi di danza contemporanea, documentando la quotidianità delle prove, la tensione muscolare, l’emotività viscerale, il vibrare dei corpi. http://www.franziskastrauss. com/main/

Del progetto di Giuseppe Muscarello andrà all’asta l’intera serie di 7 riproduzioni di grande formato. Il progetto “Io sono mia madre” nasce come mostra fotografica con scene e costumi di Alessandro Savona e foto di Fulvio Bellanca e successivamente è diventato anche performance coreografata dallo stesso Muscarello e presentata nel nostro teatro l’anno scorso, nell’ambito della stagione DARE scenariodanza 15/16.  Il progetto si conclude con un romanzo breve edito da Leima con illustrazioni di Nicola Console. https://www.muxarte.com/io- sono-mia-madre

A presentare al pubblico le foto stampate su supporto cartonato di dimensione variabile da un minimo di 40×40 a un massimo di 70×100 saranno gli stessi danzatori che frequentano il percorso MoDem.

Lotta al randagismo – In piazza della Repubblica applicati 31 microchip gratuiti

Nella prima giornata autunnale dell’applicazione gratuita del microchip per i cani che il Comune di Catania, Enpa e Asp veterinaria mettono a disposizione dei cittadini, in piazza della Repububblica sono stati applicati 31 microchip. Ci sono state anche 3 adozioni di cagnolini, ospitati nei canili convenzionati con il Comune di Catania, che verranno formalizzate nei prossimi giorni. Presenti la consulente del Sindaco per il randagismo Gabriella Barchitta, il Presidente Provinciale dell’Enpa Cataldo Paradiso con diversi volontari, il dottore Simone Platania veterinario dell’Asp, il canile l’Arca di Noè.

Un master per lavorare in banca, infoday di presentazione all’Arces di Catania

Cambia l’economia, il mondo delle banche e della finanza sta attraversando una fase di profonda trasformazione: nuovi linguaggi, nuovi rischi – per gli istituti di credito e di conseguenza per i clienti – nuove normative. Cambiamenti che necessitano di figure professionali cui corrisponda una preparazione adeguata e un cambio di mentalità e formazione rispetto a quella di tipo tradizionale. Per rispondere a queste necessità Arces, Collegio universitario di merito con sede anche a Catania, in partnership con 15 istituti di credito, ha ideato un master in Risk and Compliance Regulation-Banking and Financial Institutions che si rivolge a neolaureati da potere inserire nel mondo delle banche e della finanza.

Per illustrare le finalità del master è previsto un infoday lunedì 9 ottobre, a partire dalle 11, presso la residenza universitaria Alcantara di via Caranda 129. Tra gli obiettivi quello di formare esperti nel risk management, partendo dallo studio approfondito del bilancio bancario, arrivando fino alla più recente normativa europea in tema di risanamento e gestione delle crisi. Le banche italiane stanno attuando una profonda revisione delle strategie dei processi e dei ruoli dirigenziali. Da qui l’esigenza di un master che possa trasmettere e consolidare la cultura del risk approch tra tutti i partecipanti, traendo vantaggio dal contatto diretto con il mondo finanziario e i suoi rappresentanti. Il master si rivolge a giovani neolaureati provenienti dai seguenti percorsi universitari triennali e magistrali: economia, giurisprudenza, ingegneria gestionale, matematica e scienze statistiche. Di tipo intensivo e dal taglio prettamente operativo, la formula del master prevede tre mesi di lezioni frontali (250 ore) e tre mesi di stage (250 ore) presso aziende partner in tutta Italia. Tra queste, Mediobanca, Banca del Mezzogiorno – MedioCredito Centrale Spa, Kpmg cutting trough complexity, Ibl Banca, Banca agricola popolare di Ragusa, Mazars, Credito cooperativo “G. Toniolo” di San Cataldo, Banca popolare S. Angelo, Extrabanca, Igea Banca, Irfis Sicilia, Banca di credito peloritana Spa, Dedagroup, Fidimed, ConfeserFidi. Altre informazioni: www.arces.it.

Il sindaco Bianco in visita al Jumbo Truck “Banca del Cuore”

Un Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare ideato e realizzato dal dottore Michele Gulizia che fa tappa a Catania in piazza Università fino a sabato 7 ottobre. Bianco: “E’ il tipo di medicina che serve ad un paese moderno. Un’iniziativa meritoria anche di alto valore sociale visto che è completamente gratis”

“Sono contento che questa iniziativa sia nata a Catania e sia tornata a Catania. E’ il tipo di medicina che serve ad un paese moderno. Un’iniziativa meritoria anche di alto valore sociale e completamente gratuito”. Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco visitando, in piazza Università, il Jumbo Truck “Banca del Cuore” appositamente allestito per lo screening gratuito di sensibilizzazione e prevenzione cardiovascolare. Ad accogliere sul truck il presidente della Fondazione per il Tuo Cuore Michele Gulizia, presente anche il direttore genarale del Garibaldi Roberto Santonocito.

“Sono stato uno dei primi – ha ricordato Bianco – a ritirare la tessera Bancomheart e sono contento che l’iniziativa sia andata avanti in tutta Italia, con grande successo. Sposo questa idea di medicina preventiva, che accoglie i cittadini e che consente in ogni circostanza ai medici di operare al meglio e quindi di ridurre i rischi che potrebbero anche essere gravi. Pensate, io ho tutti i miei dati in un tessera che porto sempre con me: ovunque in Italia, in qualsiasi circostanza, il medico conosce immediatamente la mia storia e il percorso da compiere”.

Il Jumbo Truck “Banca del Cuore” sarà in piazza Università fino sabato 7 ottobre dalle 09.00 alle 19.00.
Si tratta di un Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare ideato e realizzato dal dottore Michele Gulizia che quest’anno, grazie al Truck Tour, sta raggiungendo migliaia di cittadini coprendo in maniera omogenea l’intero territorio nazionale.
Il Truck Tour Banca del Cuore, la più importante Campagna Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare mai realizzata nel nostro Paese, per la salute del cuore degli italiani promossa dalla Fondazione per il Tuo cuore – Onlus di ANMCO – Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Comune di Catania e di Federsanità ANCI.

Smaltiva illegalmente le acque reflue dell’autolavaggio. Denunciata

Ieri mattina i Carabinieri della Stazione di Aci Sant’Antonio, insieme ai colleghi del N.O.E. di Catania, hanno denunciato la titolare  dell’autolavaggio, poiché ritenuta responsabile...