Home Cronaca Catania: G7, uno stanziamento per la riqualificazione delle strade di accesso alla...

Catania: G7, uno stanziamento per la riqualificazione delle strade di accesso alla città e l’ arredo urbano

CONDIVIDI

   Il G7 di Taormina avrà anche un importante ritorno per la città di Catania , “porta d’ingresso” in Sicilia delle delegazioni  e dei giornalisti di tutto il mondo che arriveranno negli aeroporti  “Vincenzo Bellini” e “Sigonella” .  Con  251mila euro provenienti dai fondi stanziati dalla Presidenza del Consiglio per l’evento, infatti, il Comune di Catania eseguirà lavori di riqualificazione e messa in sicurezza delle arterie stradali d’ingresso in città.

   Lo prevede un protocollo d’intesa firmato stamattina in Prefettura, presente il Prefetto Silvana Riccio, dal commissario straordinario di Governo per il G7 prefetto Riccardo Carpino, e il Sindaco di Catania Enzo Bianco. L’accordo è stato realizzato sulla base della legge 241/90 che, all’articolo 15 ,prevede espressamente la collaborazione tra Pubbliche Amministrazioni per attività di interesse comune.

  ”Abbiamo voluto questo momento – ha detto la  Prefetto Silvana Riccio, ringraziando gli intervenuti nella sede prefettizia-  per far sì che tutti fossero a conoscenza di quanto stiamo facendo con i soldi della Stato. Si tratta di un’ iniziativa che ci permetterà di accogliere al meglio le delegazioni del G7, grazie ad un percorso di collaborazione interistituzionale per la realizzazione di  manutenzioni che rimarranno a beneficio di tutti i cittadini”.   

   “ Il  G7 – ha detto Bianco – sarà una straordinaria occasione di promozione per la Sicilia, per Taormina e per Catania. Centinaia di giornalisti e troupe televisive trasmetteranno le immagini dei nostri luoghi, un primo impatto che sarà gradevole e positivo. Abbiamo fatto una serie di interventi che  resteranno stabilmente nella nostra città, lo stanziamento punta al miglioramento della sicurezza stradale, dell’aspetto e il decoro urbano. Ringrazio la Presidenza del Consiglio, e in particolare il Prefetto Carpino che è originario di Catania,  che ha collaborato con grande spirito di attenzione nei nostri confronti. Stiamo ricambiando realizzando opere che resteranno alla fruizione di tutti. Gli interventi sono in fase esecutiva, stiamo agendo con estrema celerità. Abbiamo anche sollecitato al Cas a all’Anas  interventi per migliorare l’agibilità delle principali arterie della Sicilia, interventi anche questi che resteranno  per tutti”. 

   “ Una grande scommessa, quella del G7 –ha detto il commissario straordinario Carpino- che possiamo oggi dire superata, grazie ad un metodo che ha avuto un solo filo conduttore, quello che ci ha ci portato a privilegiare interventi che potessero avere tempi brevi di realizzazione. Con il sindaco Bianco abbiamo avviato una importante intesa per rendere maggiormente attrattiva la città di Catania, primo biglietto da visita dell’intera Sicilia. Ho avuto modo di apprezzare ulteriormente le nostre potenzialità  che sono venute fuori attraverso le capacità delle Amministrazioni e delle Istituzioni coinvolte nella sfida del G7”.

     In effetti, Catania non solo rappresenterà il “biglietto da visita” della nostra isola ma ospiterà anche  per una giornata le consorti ed i consorti dei Capi di Stato e di Governo che partecipano al G7. L’Amministrazione Comunale aveva chiesto al Prefetto Carpino l’attivazione della legge  241, allegando alla richiesta anche i progetti elaborati dalla Direzione Manutenzione e Servizi Tecnici.

    In sostanza l’Amministrazione Comunale si è impegnata a progettare, affidare e far eseguire i lavori e la struttura commissariale a finanziare il progetto. Le formalità di affidamento sono già partite, su esplicita richiesta del Prefetto Carpino, vista la ristrettezza dei tempi.

  Il progetto elaborato dagli uffici del Comune prevede , nella zona dell’aeroporto, il rifacimento della segnaletica stradale, la realizzazione di corsie protette, di passaggi pedonali rialzati e la messa in sicurezza  del manto stradale. Lungo le arterie cittadine  saranno realizzate aree verdi e istallati pannelli fotografici che illustreranno le bellezze della Sicilia.

    Le aree individuate per  questi interventi sono via Fontanarossa, via S. Maria Goretti, via Domenico Tempio e via Acquicella Porto. Interventi sono previsti anche nella zona di piazza Palestro e nell’area del Castello Ursino. Referente del Comune di Catania per l’attuazione dell’accordo  è stato designato il Capo di Gabinetto Beppe Spampinato

  “ A questi interventi – ha aggiunto il primo cittadino – si assommeranno quelli che stiamo realizzando, ed avremmo comunque realizzato per manutenzione ordinaria di vario tipo, con uno stanziamento comunale di circa 150 mila euro, anche questo destinato prevalentemente a migliorìe stradali. La città insomma sarà all’altezza di questa sfida del G7 dando anche l’opportunità a chi volesse farlo di apprezzarla con  visite culturali”.

  Alla conferenza stampa hanno partecipato i vertici della Polizia, dei Carabinieri e della Finanza.