Home Cronaca Camera Commercio Sud Est: nuovo Statuto e intoppi strumentali

Camera Commercio Sud Est: nuovo Statuto e intoppi strumentali

CONDIVIDI

Non abbiamo seguito i lavori dell’ultimo Consiglio della Camera di Commercio del Sud Est lunedì scorso (20 novembre), giornata in cui doveva essere varato il nuovo Statuto, e abbiamo appreso dopo che l’approvazione del fondamentale strumento camerale è stata rinviata all’inizio del prossimo mese di dicembre. Il rinvio non era di certo previsto in quanto già venti giorni prima il nuovo Statuto era stato inviato ai consiglieri per avere modo di studiarlo e apportare eventuali emendamenti o suggerimenti di modifica al testo da presentare prima della stessa seduta del 20 scorso. Così non è stato, e abbiamo chiesto (durante il nostro periodico incontro/conversazione) al Presidente, dott. Pietro Agen, quali siano stati e da cosa sono stati generati gli “impedimenti” che si sono verificati: “Sono stati presentati da alcuni consiglieri – risponde Agen – emendamenti, alcuni dei quali accolti, che possono considerarsi nel complesso strumentali. Qualche consigliere probabilmente ritiene di trovarsi in altre sedi dove ancora vengono effettuate certe manovre che hanno lo scopo di far perdere tempo o con altre finalità che nella Camera di Commercio del Sud Est non trovano spazio o audience. Ciò accade quando non si pensa a fare gli interessi delle imprese. In ogni modo il nuovo Statuto sarà approvato nella prossima seduta del Consiglio”.

A seguire l’intervista/conversazione di Salvo Barbagallo con Piero Agen.

Riprese audio e video di Vincenzo Schillirò.

image_pdfimage_print