Home Cronaca Blitz della D.I.A. al consorzio per le autostrade siciliane, 12 provvedimenti

Blitz della D.I.A. al consorzio per le autostrade siciliane, 12 provvedimenti

CONDIVIDI

Questa mattina gli investigatori della di , insieme ai colleghi del Centro Operativo di , a seguito di una laboriosa e complessa attività investigativa protrattasi per un lungo periodo, hanno eseguito un provvedimento, che prevedono la sospensione dalla professione, emesso dal G.I.P. del su richiesta della locale , che ha coordinato le indagini – nei confronti di dodici persone tra  Dirigenti e dipendenti del Consorzio per le Autostrade Siciliane.

L’operazione di oggi chiamata “– Incentivi Progettuali” vede coinvolti anche 57 indagati tutti dipendenti del C.A.S. – è l’epilogo dell’originaria indagine “”, culminata nel novembre 2014 nell’esecuzione di ordinanze cautelare personali e reali, in particolare nell’emissione dei domiciliari nei confronti di otto persone.

Nello specifico, nelle varie qualità di funzionari e dipendenti del nonché di incaricati di pubblico servizio, secondo l’accusa, si sarebbero “appropriati di ingenti somme di denaro pubblico, distraendole dalle finalità pubbliche a cui erano destinate, sottoscrivendo e formando decreti di liquidazione di incentivi progettuali affetti da falsità ideologica, con i quali – a fronte della mancata esistenza di un elaborato progettuale o di altra documentazione che giustificasse l’emanazione del decreto stesso o, comunque, a fronte del mancato svolgimento, da parte del partecipanti, di una effettiva attività lavorativa giustificante la liquidazione dell’incentivo – hanno indebitamente  “sottratto”, nel  biennio 2012/2013, complessivamente circa 1,3 milioni di euro dalle casse del consorzio.

I provvedimenti sono stati emessi, su richiesta del Proc. Agg. Sebastiano Ardita e del Sost. Proc. Stefania La Rosa della Procura della Repubblica di Messina.

Renato Panvino ( capo centro Catania)

“E’ il frutto di un’indagine molto complessa durata due anni sull’amministrazione interna del Consorzio per le autostrade siciliane, coordinata dal procuratore aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita”. Lo ha affermato il capo centro della Direzione investigativa antimafia di Catania, Renato Panvino all’Ansa. “L’operazione – ha aggiunto il dirigenteo – è ancora in corso in diverse città siciliane dove sono presenti investigatori Dia impegnati nella notifica dei provvedimenti ai dipendenti del Cas, con perquisizioni domiciliari e negli uffici. E’ la prosecuzione dell’operazione già condotta sempre dalla Dia nel 2015 nei confronti di imprenditori e funzionari del Consorzio per le autostrade siciliane che ha fatto luce sull’affidamento degli appalti a ditte compiacenti con modalità di corruzione”.