Home Flash 760  i comuni italiani chiamati al voto domenica prossima

760  i comuni italiani chiamati al voto domenica prossima

Sono 760  i comuni italiani chiamati al voto domenica prossima, 10 giugno, dalle 7 alle 23, per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali nonché per l’elezione dei consigli circoscrizionali. L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 24 giugno.

A tre mesi dalle elezioni politiche, il voto di domenica rappresenta il primo test per valutare le reazioni degli elettori alle alleanze che sostengono il nuovo governo giallo-verde. In Sicilia e in Sardegna il voto è fissato per domenica: nella prima riguarderà 138 comuni, in Sardegna sono 38 i comuni interessati. In Trentino-Alto Adige gli elettori sono andati al voto il 27 maggio scorso, in Valle d’Aosta hanno votato il 20 maggio e in Friuli Venezia Giulia lo scorso 29 aprile. Sul totale dei comuni al voto si contano: 109 comuni “superiori”, cioè con più di 15.000 abitanti e 651 “inferiori”; 20 i capoluoghi di provincia interessati dalla consultazione elettorale: Brescia, Sondrio, Treviso, Vicenza, Imperia, Massa, Pisa, Siena, Ancona, Teramo, Terni, Viterbo, Avellino, Barletta, Brindisi, Catania, Messina, Ragusa, Siracusa, Trapani. Sono interessati dalla consultazione elettorale anche due consigli circoscrizionali, il III e l’VIII Municipio di Roma Capitale.

Complessivamente gli elettori interessati dalla consultazione di domenica prossima sono 6.744.087 su una popolazione di 7.706.017; 7.987 le sezioni elettorali. Sono 141 i comuni che vanno al rinnovo per motivi diversi dalla scadenza “naturale”. Sono 8 i comuni nei quali non è stata presentata alcuna lista e dove quindi arriverà il commissario, ben cinque in Sardegna: Austis, Magomadas, Putifigari, Ortueri e Sarule. Sarà nuovamente commissariato anche il comune di San Luca, 4 mila anime alle porte di Reggio Calabria, dove non si elegge un sindaco dal 2013, quando fu sciolto per infiltrazioni mafiose. Gli altri comuni nei quali non è stata presentata nessuna lista sono: Rodero in Lombardia e San Biagio Platani in Sicilia.