Opreazione Bingo nella zona di Giarre, otto proccedimenti

    Opreazione Bingo nella zona di Giarre, otto proccedimenti

    Su richiesta della Procura della Repubblica di Catania, i militari della Compagnia Carabinieri di Giarre, hanno eseguito un provvedimento nei confronti di 8 persone di questi 7 in carcere, 1 agli arresti domiciliari, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini avrebbero permesso di accertare la responsabilità degli indagati in relazione ad una fiorente attività di traffico e vendita di cocaina, marijuana ed eroina nella zona di Giarre. Ma non è tutto, definire le posizioni di vertice e i ruoli dei membri nell’ambito del gruppo operante nel territorio di Giarre.

     I militari sono certi di aver ricostruito il sistema con cui il gruppo gestiva l’attività di spaccio, individuando le modalità di approvvigionamento, custodia e cessione della sostanza stupefacente, la cassa comune e i depositi a cui attingere quotidianamente.

    In manette, finora, sono finite 11 persone e denunciate altre 6 per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrare nel complesso 21 kg di marijuana, 100 gr. di cocaina, 14 gr. di eroina e individuare 40 assuntori segnalati al Prefetto.

    Gli indagati, diretti da un elemento di spicco della criminalità giarrese, avevano ruoli ben precisi, agivano con l’animus di appartenere ad uno stesso sodalizio e alimentavano la cassa comune con i proventi dello spaccio attingendo quotidianamente da vari depositi.

    I promotori ed organizzatori si avvalevano anche di soggetti minorenni, intimando ai pusher al dettaglio di commettere rapine per ripianare i debiti connessi allo smercio illecito o dovuti ai sequestri.